Tenet

/ 20206.6152 voti
Tenet

Armato di una sola parola - Tenet - e combattendo per la sopravvivenza del mondo, il protagonista del film viaggia attraverso un contesto crepuscolare di spionaggio internazionale, in una missione che si svolgerà in una dimensione che va oltre il tempo reale. Non un viaggio nel tempo, ma una inversione.
Vuoi saperne di più su questo film? Leggi l'articolo (senza spoiler) 5 cose da sapere su TENET.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Tenet
Attori principali: John David WashingtonJohn David WashingtonRobert PattinsonRobert PattinsonElizabeth DebickiElizabeth DebickiKenneth BranaghKenneth BranaghDimple KapadiaDimple KapadiaHimesh Patel, Aaron Taylor-Johnson, Michael Caine, Clémence Poésy, Martin Donovan, Andrew Howard, Yuri Kolokolnikov, Mark Krenik, Anthony Molinari, Rich Ceraulo Ko, Denzil Smith, Jonathan Camp, Julia-Maria Arnolds, Laurie Shepherd, Wes Chatham, Fiona Dourif, Kenneth Wolf Andersen Haugen, Marcel Sabat, Marek Angelstok, Klaus Peeter Rüütli, Daniel Olesk, Bern Collaço, Ingrid Margus, Carina Velva, Glenn Lawrence, Katie McCabe, Ronald Pelin, Schezaad Ausman, Anterro Ahonen, Aleksei Podlesnov, Lisa Marie, Trent Buxton, Martin Tõnumaa, Jess Weber, Jeremy Theobald, Jefferson Hall, Tom Nolan, Adam Cropper, Josh Stewart, Juhan Ulfsak, Jan Uuspõld, Tony Christian, Jack Cutmore-Scott, Kaspar Velberg, Sergo Vares, Rain Tolk, Henrik Kalmet, Sean Avery, John Orantes, Seb Carrington, Matthew Marsden, Mostra tutti

Regia: Christopher NolanChristopher Nolan
Sceneggiatura/Autore: Christopher Nolan
Colonna sonora: Ludwig Göransson
Fotografia: Hoyte van Hoytema
Costumi: Jeffrey Kurland, John Casey
Produttore: Christopher Nolan, Emma Thomas, Thomas Hayslip
Produzione: Gran Bretagna, Usa
Genere: Azione, Drammatico, Thriller
Durata: 150 minuti

Dove vedere in streaming Tenet

L’emozione sacrificata / 30 Dicembre 2020 in Tenet

Contrariamente ai miei timori, la trama di Tenet risulta quasi sempre comprensibile, malgrado le complicazioni dell’inversione entropica. Ma purtroppo ogni genuina emozione che il film avrebbe potuto regalare finisce sacrificata alla fascinazione intellettualistica di Nolan per il labirinto temporale.
Tra gli interpreti convince soprattutto Robert Pattinson, con un bel personaggio che unisce umorismo a inventività e coraggio (e a una grossa dose di fatalismo). Ottima anche Elizabeth Debicki, qui un’ipostasi dell’eleganza oltre che un’ottima attrice, sacrificata però a un ruolo non molto credibile, così come poco credibile in tutti sensi è il personaggio di Sator (Kenneth Branagh).
Devo confessare infine di non essere molto convinto dalle qualità puramente estetiche del film: mi pare che inquadrature e movimenti di macchina non sempre brillino per originalità, nonostante le occasioni fornite dalla trama inconsueta, e che qua e là scendano a sfiorare addirittura una qualità più televisiva che cinematografica. Ma forse è un’idiosincrasia personale.

Leggi tutto

T / 1 Dicembre 2020 in Tenet

Probabilmente il miglior film d’azione fatto finora dal miglior regista, attualmente in circolazione.

26 Settembre 2020 in Tenet

affascinate da vedere e difficile da capire, ma il bello ci certi film è forse anche questo, voler cercare il significato o i messaggi nascosti nella trama.
Sinceramente mi sono goduto lo spettacolo senza voler capire troppo, dopotutto con i viaggi nel tempo tutto cambia ogni volta e se ci sono troppe persone che sono in grado di viaggiare la linea temporale che crediamo unica si può suddividere in innumerevoli segmenti.
Unica grande pecca: la struttura è praticamente uguale a Inception, in un certo senso ha rifatto lo stesso film.

Leggi tutto

il top / 25 Settembre 2020 in Tenet

sarò ma di parte ma Nolan è una delle poche ragioni per andare a vedere un film in sala al cinema. Spettacolare, emozionante, controverrso. Adoro.

Seconda recensione…. / 18 Settembre 2020 in Tenet

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

È la seconda recensione che scrivo perché la prima faceva schifo.
Cancellata, la riscrivo di nuovo.
Insomma: l’atteso film di Nolan che gioca ancora con il tempo (come abbiamo visto in altri film) è finalmente uscito al cinema, ma ci ho messo un po’ ad andare in sala. E ci sto mettendo tanto anche a scriverne una recensione…
Il film è molto affascinante, contorto e enigmatico, forse il più tra tutti. E ancora a metà mi dicevo “Stiamo a vedere….” Eppure non c’è stato per me un punto clou.
Poi la trama: per creare tutto questo intreccio Nolan credo si perda nei tanti dettagli che tutta la trama passa quasi in secondo piano…
A proposito, la trama.
SPOILER ALERT!!!———>
Tutto parte da quando il Protagonista viene a conoscenza di Tenet (una società misteriosa?) e di questa tecnologia in grado di andare indietro nel tempo, ma non come noi lo conosciamo (alla “Ritorno al Futuro”) ma in reverse, all’indietro. E ok. Fico.
Poi ecco due nuovi personaggi, la bionda Kat e suo marito Andrei, che si scoprirà l’artefice di un piano per far esplodere una testata nucleare del futuro, che il nostro Protagonista dovrà sventare.
Poi ecco un quadro falso da cui parte una missione, che si tramuta in un incidente aereo per creare un diversivo, ma da cui saltano fuori miliardi di lingotti d’oro, per poi finire nella struttura che porterà il Protagonista all’indietro, per salvare la bionda Kat e uccidere Andrei prima che esploda sta bomba…
Insomma, ho capito bene??
La trama alla mission impossible è bella, come anche la sovrapposizione della storia al contrario… ma alla fine?!
La pecca più grande è proprio la disseminazione di indizi narrativi di questo “reverse” temporale, che crea confusione nello spettatore, gia spaventato fin dall’inizio che è un filmone di 2h30!
Tutto è così incerto. Poche risposte certe, mille domande ancora irrisolte e di due ore e passa di film ricordo qualche scena qua e la e basta.
Allucinanti le scene al reverse o la sequenza in autostrada, sia in avanti che in indietro.
Sicuramente è da vedere, anche più volte, ma ad ora dico NO. Mi basta.
E do un 6 tanto perchè é un’idea originale e ben congegnata, ma male sviluppata.

E proprio poco fa, per capire se il problema sono io che non capisco Nolan o è lui che ha difficoltà a spiegarsi, ho rivisto INCEPTION.
Ecco: quello si che è il suo film più riuscito, a mio parere!

Leggi tutto