Recensione su TED

/ 20125.6527 voti

21 ottobre 2014

Atipica, simpatica e spiazzante commedia americana che prende uno dei più amati miti americani, l’orsetto Teddy Bear e lo modifica radicalmente facendogli assumere le fattezze di un “bad-Teddy”, un orsetto sboccato, incurante delle regole, lontanissimo dall’essere “political-correct”, l’amico immaginario di cui ogni bambino avrebbe bisogno per affrontare quel duro ostacolo del passaggio dall’adolescenza all’età matura. La critica contro la società americana è ferocissima, l’analisi delle difficoltà che ognuno di noi incontra nell’abbandonare la spensieratezza della fanciullezza per entrare nel difficile, caotico e problematico mondo adulto anche e l’orsetto Ted, il vero protagonista della storia, incarna alla perfezione questi due aspetti, egli rappresenta la nostra coscienza, il faro a cui ci aggrappiamo quando non sappiamo affrontare la vita, l’essere che vorremmo sempre al nostro fianco e sul quale fare da “scarica-barile” dei nostri problemi e delle nostre responasbilità. Sicuramente in alcuni passaggi si esagera, ma si viene ripagati alla fine con un finale quasi poetico. Ted è semplicemente perfetto nella sua animazione ed espressività, semplicemente delizioso nei suoi pregi e, perchè no, anche nei suoi difetti.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext