Recensione su New York Taxi

/ 20045.625 voti

8 marzo 2013

Seguo Queen Latifah dai tempi di Mama Gave Birth to the Soul Children dell’89 così come dalla sua apparizione (la prima di una lunghissima serie…) in Jungle Fever di Spike “ilmiomaestro” Lee. In questi ultimi anni si è data alla commedia black, per intenderci il filone alla “Barber Shop” o similia. “New York Taxi” è un esperimento strano, nel senso che è il remake hollywoodiano di un film francese di qualche anno fa intitolato “Taxxi” (ne uscirono altri 2 o 3 non ricordo) che racconta la storia di una tassista (QL) con una guida e una macchina alla Need 4 Speed che in coppia con un poliziotto un po’ scemo, si mette a inseguire una banda di rapinatrici di banche. Il film di per se non è nulla di memorabile: inseguimenti da paura, risate, ma come al solito, nulla di nuovo all’orizzonte. Tutto già visto e rivisto. Lo rivedrei solo per le facce che fa Queen Latifah quando si incazza 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext