Tatanka

/ 20115.321 voti
Tatanka

Ispirato ad un episodio raccontato in un libro di Roberto Saviano. Un ragazzo si sottrae alla violenza della camorra diventando un campione di boxe.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Tatanka
Attori principali: maschioClemente RussoCarmine RecanoCarmine RecanoRade ŠerbedžijaRade ŠerbedžijaGiorgio ColangeliGiorgio ColangeliSuzanne WolffSuzanne WolffRaiz, Sascha Zacharias, Damir Todorovic, Claudia Ruffo, Lorenzo Scialla, Vincenzo Pane, Luisa Di Natale, Natale Galletta, Giuseppe Cost Esposito, Giacomo Gonnella, Enzo Casertano, Carlo Guitto, Mostra tutti
Regia: maschioGiuseppe Gagliardi
Sceneggiatura/Autore: Maurizio Braucci, Salvatore Sansone, Massimo Gaudioso, Stefano Sardo
Fotografia: Michele Paradisi
Produzione: Italia
Genere: Drammatico, Sport
Durata: 100 minuti

Dove vedere in streaming Tatanka

2 Ottobre 2013 in Tatanka

Lo sport come via di fuga.
Buona la prova dell’esordiente Russo.
Il film, però, dà spesso la sensazione di ruotare su se stesso.

17 Dicembre 2012 in Tatanka

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film palesemente nella scia del Gomorra di Garrone, due sceneggiatori sono gli stessi, tratto da un libro di Saviano. Il protagonista, interpretato dal campione olimpico Clemente Russo, è Michele, un giovane pugile di Marcianise che sogna di andare alle Olimpiadi. Ma già da giovane si fa fottere, finendo in galera 8 anni per parare il culo al suo amichetto di furti e d’infanzia. Quando ne esce, l’amichetto è diventato un piccolo camorrista boss, al servizio di altri boss ecc, e lo fa entrare in un mondo di incontri sulle spiagge e nei centri commerciali, soldi, donne e gare truccate. Lui rifiuta di perdere e scappa in Germania, dove molla la teutonica milf che si scopava e diventa ancora più figo vincendo una specie di torneo sotterraneo dove si menano solo i migliori. Torna, l’amichetto finalmente ripagherà il suo debito, fine. “You’re a fuckin tatanka”, gli dice un americano quando da giovane vince il suo primo torneo. La storia del giovane pugile che deve stare alla larga dai guai, cattive amicizie, di cui è disseminato il suo ambiente non è per nulla originale ma raccontata assai bene, con in più il merito di dare una fotografia di stampo quasi documentaristico di questa vita infiltrata a tutti i livelli da affari sporchi e crimine, che scorrono più o meno a fondo. Per cui questa specie di Rocky nostrano insegue tenacemente il suo sogno, nel tentativo di dimostrare che una via d’uscita, boxe o quant’altro, esiste, e che la forza delle proprie scelte vale pur sempre qualcosa.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.