Recensione su Sucker Punch

/ 20115.6314 voti

recensione Sucker Punch / 3 Giugno 2012 in Sucker Punch

è difficile fare questa recensione… ho seguito il progetto “Sucker Punch” fin dall’inizio quindi le aspettative per me erano molto alte…

Un pò di trama!

Dopo l’accidentale morte della sorellina, Baby Doll viene fatta rinchiudere dal patrigno (responsabile dell’assassinio) in un istutito di igiene mentale. Una volta arrivati nell’istituto il patrino decide di far lobotomizzare la povera ragazza in modo da impedirle di dire la verità.
Baby Doll incontra quindi altre detenute che, come lei, vogliono fuggire.
A questo punto, Baby Doll crea in se una sorta di mondo parallelo, che è poi il suo subconscio. Immagina, quindi, di ritrovarsi in un bordello di alto bordo dove lei e le altre sono delle ballerine.
Mentre sta facendo delle prove di danza Baby Doll crea un ulteriore livello di subconscio dove incontra un vecchio che le indica il modo per fuggire, ovvero deve ritrovare 5 oggetti. Inizia così la ricerca…

I livelli del subconscio di Baby Doll sono piene di metafore. Il mondo che crea nasconde il vero orrore e ci fa capire come la ragazza lotta duramente insieme alle altre per sconfiggere i “mostri” che si ritrovano davanti.

Ho apprezzato molto i vari riferimenti che Snyder fa durante il film, ci sono citazioni dal Signore degli anelli (la scena del drago) a Final Fantasy (il treno) tanto per citarne qualcuno.

Come vi dicevo Sucker Punch era uno dei film che attendevo di più in quest’anno. Sarà perchè sto seguendo Zach Snyder, sarà perchè sin dalle prime immagini ero molto curioso di sapere in che modo sarebbero stati messi insieme draghi, samurai, nazisti e chi più ne ha, più ne metta (letteralmente!).
Il film si apre con una sequenza introduttiva veramente meravigliosa! Davvero d’effetto, ti fa entrare subito nello spirito drammatico del film con la voce narrante della protagonista a traghettarci.
Un altro punto di forza è la scenografia, (realizzate da Rick Carter che ha preso l’oscar per Avatar) che spazia da stili orientali a militari, per non parlare del manicomio/locale stile Burlesque tutto realizzato in modo impeccabile.
Anche la colonna sonora è tra le note positive, si tratta di rifacimenti di grandi classici in chiave moderna ma fatte molto bene e funzionali con l’andare della trama soprattutto la parte iniziale, poi con
il procedere del film la qualità cala un pò ma comunque niente male.
E’ arriavato il momento di fare i cattivi… dunque, il mondo di Sucker Punch è davvero notevole e visivamente impressionante, guardate, per esempio, la sequenza dell’attacco del drago! Grandioso! è funziona tutto benissimo, pieno di dettagli e citazioni. Purtroppo però tutti questi effetti distolgono l’attenzione dalla cosa più importante: la psicologia e la crescita dei personaggi.
Alcune delle ragazze protagonisti fanno da contorno. mi riferisco ai personaggi di Vanessa Hudgens e Jamie Chung (di loro non si sa praticamente niente…) e Emily Browning (la protagonista) non sembra avere il carisma per mantenere in piedi tutto il film… peccato…
Anche la struttura a livelli della trama ha qualche problema, ad un certo punto vi renderete conto che il tutto sembra ridursi ad una grossa caccia al tesoro… peccato… di nuovo…
Un ultimo commento, in negativo, è per il doppiaggio italiano, bruttino in generale, davvero pessimo per qualche personaggio.

Tirando le somma il film non mi è dispiaciuto (perchè mi piace il genere) certo aspettavo qualcosina in più soprattutto per quanto riguarda trama e personaggi. Se avete visto 300 e Watchmen siete dei fan di Snyder, il film vi piacerà! 😉

voto 7

Lascia un commento

jfb_p_buttontext