Recensione su Star Wars: L'ascesa di Skywalker

/ 20196.292 voti

At the end your rule is, and not short enough it was / 30 Dicembre 2019 in Star Wars: L'ascesa di Skywalker

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Finalmente siamo giunti all’ultimo (ci crediamo tantissimo, oeh!) capitolo di questo scempio cinematografico in tre atti, l’agonia di SW è stata lenta e non priva di dolore nelle mani di WD che ostinatamente e ignorantemente ha voluto mettere il proprio sigillo su una storia già conclusa, smentendone arrogantemente il finale consolidato da oltre trent’anni (come se poi il finale di ROTJ non fosse già da “e vissero felici e contenti”) e partorendo un prodotto già morto. Un po’ come la creatura di Frankenstein (quella dei film in bianco e nero anni ’30, non quella del romanzo di Mary Shelley), un pezzo da Ep4, un pezzo da Ep5, un pezzo da Ep6, quell’altro da chissà dove ma mettiamocelo lo stesso, tutto cucito insieme alla meno peggio. E crepi pure la coerenza, non tanto con i 6 originali (chissene, dopotutto, si saranno detti in WD) ma addirittura con quanto hanno tirato fuori loro stessi sceneggiatori, soggettisti e registi.
Personalmente come dal primissimo momento continuerò sempre a considerare apocrifa tutta questa roba, quindi come starwarsiano campo tranquillo.
Ma qualcosa di più circostanziato devo pur dirlo. Per farla alla Jep Gambardella, in ordine sparso:
-Palpatine burattinaio di Snoke e mastermind dietro tutto con lo scopo di tornare in pieno possesso dei suoi poteri, è un’idea rubata ai fan che risale all’uscita di The Force awakens, con la differenza che la versione fan-theory era molto più sensata e dettagliata di quella raffazzonata qui da J.J.A. e compari.
-In ogni caso Rey nipote di Palpatine resta una boiata epocale, sebbene prevista perfino da qualche fan su youtube in tempi non sospetti (si parlava di figlia ma vale lo stesso). Una roba da telenovela. Certo, per dare il colpo di scena in un film chiamato “Ascesa di Skywalker” (e moltissimi hanno immaginato che i trattasse di Rey la Skywalker in ascesa) qualcosa dovevano pur inventarsi, quel che non è perdonabile però è la pigrizia e il pressapochismo di questa trovata a cui non viene nemmeno data la benché minima spiegazione. Nessun rispetto verso il pubblico, as usual.
-Spiegoni a non finire, dai titoli di testa che praticamente sostituiscono un intero film di collegamento per giungere subito all’avvio di questo, passando per Poe Dameron che ripete la lezioncina imparata dall’informatore a beneficio del pubblico, e via via così. A questo punto avrebbero anche potuto mettere in bocca a Palpatine la storia della genesi di Rey, giusto per completezza; ah, già, ma nemmeno loro di WD hanno idea di quale sia.
-Gli effetti speciali in SW sono sempre stati subordinati alla trama, sono sempre stati usati per “dare atmosfera” e come un modo per sostenere la narrazione quando necessaro non un modo per sostituirsi ad essa. Qui, come nei precedenti due capitoli, gli effetti speciali si sostituiscono alla trama.
-Insopportabilmente frequenti e inutili i battibecchi tra Poe e Finn, dovrebbero far intendere il rapporto stretto tra i due personaggi ma invece risultano irritanti e fuori contesto. Un’altra roba da cinecomic innestata da WD in SW.
-Ecco, i dialoghi. Scialbi, scontati, prevedibili, inutili, piatti. Poco realistici, sanno tantissimo di utilitarismo (i personaggi dicono solo quello che serve alla trama, le parole giuste al momento giusto dette dalla persona giusta) e di retorica. Più che un valore aggiunto sono l’ennesima palla al piede dello spettatore che cerca di arrivare spossatamente alla fine.
-Io la Death Star II me la ricordo esplodere completamente quando Lando&Co hanno fatto saltare in aria il reattore di alimentazione, quindi ‘sti famigerati rottami da dove verrebbero? E come hanno fatto a finire lì a Kef Bir dall’orbita della luna boscosa di Endor (presumibilmente, quindi, due sistemi stellari diversi)?
[to be continued appena il sistema mi permetterà di pubblicare tutto]

Lascia un commento

jfb_p_buttontext