Recensione su Stand by me - Ricordo di un'estate

/ 19867.6508 voti

camminando sui binari / 29 Luglio 2018 in Stand by me - Ricordo di un'estate

Piccolo gioiello rappresentante di un certo modo di fare cinema degli anni ’80. La trama è presa da un racconto di Stephen King, “il corpo” (dalla raccolta “stagioni diverse”) da cui Bob Reiner trae una commedia nostalgica, sull’amicizia maschile, sull’infanzia ormai trascorsa, su un’America i cui ampi spazi si percorrono camminando (e correndo) sulle rotaie del treno.
Appartiene a quel gruppo di film che vanno guardati in alcuni momenti della vita, mettendosi in sintonia con la promessa di libertà e di giovinezza che, un po’ ingenuamente, li inebria.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext