Recensione su Spy

/ 20156.4110 voti

Triste delusione… / 13 luglio 2015 in Spy

Quest’estate state seriamente mettendo a dura prova la mia fiducia, critici dello web. Passi per Mad Max, che non è il mio genere e avrei dovuto tenermene alla larga comunque. Con le commedie invece non potete prendermi in giro così. Sp(y)cciata per la commedia migliore dell’anno, l’autore di quell’altra delusione che fu Le amiche della sposa e del prossimo reboot di Ghostbusters su cui nutrivo grosse speranze, non riesce a emanciparsi da uno stile televisivo mediocre di regia. Le gag si reggono tutte sull’interpretazione di Melissa McCarthy, che riesce a nobilitare anche le battute più tristi (per tacere di quelle volgari, che abbondavano in Le amiche della sposa ma qui non ci sono).
Una parte del film è ambientata a Roma, ma non so quanto sia effettivamente girato a Roma, a parte le vedute da cartolina dall’elicottero. Completamente inventati e approssimati l’aeroporto di Fiumicino e il fantomatico “Casino di Roma”. Il resto del film è ambientato invece in Bulgaria, ma a questo punto anche lì non so quanto ci sia di vero.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext