Spring

/ 20145.618 voti
Spring

Dopo la morte della madre, il giovane americano Evan (Lou Taylor Pucci) decide d'impulso di partire per l'Italia. Stabilitosi in Puglia, conosce la ricercatrice Louise (Nadia Hilker) e se ne innamora; ma la ragazza nasconde un inquietante segreto...
Lily_Chan ha scritto questa trama

Titolo Originale: Spring
Attori principali: maschioLou Taylor PucciNadia HilkerNadia HilkerNick NevernNick NevernAugie DukeAugie DukeJeremy GardnerJeremy GardnerVinny Curran, Holly Hawkins, Vanessa Bednar, Shane Brady, Kenzo Lee, Francesco Carnelutti
Regia: Aaron MoorheadAaron MoorheadJustin BensonJustin Benson
Sceneggiatura/Autore: Justin Benson
Colonna sonora: Jimmy LaValle
Fotografia: Aaron Moorhead
Costumi: Veronica Lopez, Laura Cristina Ortiz
Produttore: Aaron Moorhead, Todd Brown, Nick Spicer, Aram Tertzakian, Justin Benson, Nate Bolotin, David Clarke Lawson Jr., Fulvio Compagnucci, Luca Legnani
Produzione: Usa
Genere: Horror, Fantascienza, Romantico
Durata: 109 minuti

CONCILIA IL SONNO MEGLIO DELLA PASSIFLORA / 25 Luglio 2016 in Spring

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un buon plot minato da una sceneggiatura estremamente noiosa e verbosa. L’idea è interessante ma l’esecuzione è tutt’altro che perfetta. La regia è debole e la messa in scena è rabberciata alla bene meglio. Le location sono molto suggestive e rappresentano l’elemento più interessante dell’intera pellicola. La recitazione è modesta ma accettabile. Più il tempo passa più il film si accartoccia tra spiegoni e dialoghi narcotizzanti capaci di annoiare perfino uno in fila all’INPS.
Tralasciando i tubi catodici che infestano la Puglia del 2014, tralasciando i carabinieri che viaggiano sulla macchina della polizia municipale di Polignano a mare, tralasciando tutto quello che non torna…l’aspetto più comico del film è l’americano che fugge dall’immigrazione perché CLANDESTINO…in questo periodo storico è leggermente anacronistico.

Voto: 4,5 ma se durava altri dieci minuti calavo ancora.
Battuta cult: “uno zombie si è fatto d’eroina”

Leggi tutto

Una suggestiva rivistazione della leggenda della bella e la bestia. / 14 Luglio 2016 in Spring

Si può amare un mostro? E il mostro, abituato a non essere amato da nessuno, può imparare ad amare? Sono gli interrogativi di questo affascinante film di Justin Benson che combina alla perfezione horror e romanticismo, raccontando una storia d’amore tormentata senza melensaggini da carie ai denti e da diabete galoppante(i registi della saga di “Twilight” prendessero esempio da questo film di come si fa).
I due protagonisti, interpretati ottimamente da Lou Taylor Pucci e dalla sconosciuta Nadia Hilker, sono due ragazzi comuni nei quali è molto facile identificarsi ed entrare subito in sintonia, due ragazzi che esprimono alla perfezione le gioie e a volte le preoccupazioni di essere una coppia. Inoltre ho trovato molto azzeccate le brevissime sequenze horror che richiamano le opere di Lovercraft e di Herbert George Wells.
L’unica pecca sta in alcuni momenti di noia, soprattutto nella parte iniziale, ma è davvero ben poco rispetto a una pellicola che rivive in modo originale e suggestivo la leggenda della bella e della bestia.
A innalzare il voto le meravigliose location: Polignano a Mare, Roma, Napoli e le rovine di Pompei.

Leggi tutto

10 Marzo 2016 in Spring

Purtroppo alcuni aspetti del film non me lo hanno fatto apprezzare a pieno, come i dialoghi privi di senso e davvero insulsi.
Tuttavia non è un film da scartare completamente, dato che andando avanti nella storia avevo assolutamente voglia di conoscere il finale, un pò scontato si ma pieno di elementi interessanti e piuttosto innovativi.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.