?>Recensione | Spawn | Senza titolo

Recensione su Spawn

/ 19974.850 voti

30 gennaio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Spawn è un film veramente brutto, che potreste avere nell’HD solo se ve lo passasse qualcuno con dei pessimi gusti cinematografici. Già solo il fatto che ci sia la voce narrante a dover spiegare un sacco di roba è un problema, perché sarà anche preso dal fumetto ma lì non ci si capisce nulla. Effetti speciali sticazzi, e non si capisce perché tutta questa gente, e Malebolge e l’inferno e il paradiso, non se ne stiano a combattere le loro fucking wars a casa loro anziché venire a rompere le balle al mondo di noi poveri esseri umani (che ripensandoci è medesima la riflessione che si potrebbe contrapporre alla politica estera USA…). Comunque sia, l’unico personaggio degno di nota, in questo mondo dove un caminetto acceso è usato per salire e scendere come un ascensore da e per l’inferno, è… boh, già nemmeno ricordo più come si chiamava, ah ecco, il Clown, un sottoposto del Diavolo. In pratica un curioso incrocio tra Pinguino di Batman, un puffo e Beetlejuice spiritello porcello (sempre di Timmyno Burton). Ah, nemmeno lo linko, semplicemente BISOGNA aver visto Beetlejuice spiritello porcello. I mean, va da sé.
Comunque. Il Clown rutta, fa le sgommate sui mutandoni (poi se ne vanta) ed è più stupido e volgare di quanto si possa immaginare. Abbastanza da restare la meglio cosa del film. Il che, sia chiaro, è il problema.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext