Recensione su Capitan Harlock

/ 20136.4146 voti

Nulla a che vedere con il bellissimo anime di Matsumoto. / 13 Gennaio 2018 in Capitan Harlock

Non riesco proprio a capire cosa abbiano sperato di ottenere i produttori di questo film d’animazione, fare leva sui sentimenti e i ricordi dei quarantenni/cinquantenni? Tentare di dare in pasto al 3D (mamma mia che schifezza! Mi è sembrato di vedere un videogioco e non un cartone animato! Sempre e per sempre evviva le animazioni degli anni ’70-’80!) un altro mito dell’animazione.
Beh, se questi erano gli intenti sono miseramente naufragati per quanto mi riguarda.
Harlock è un personaggio che ho amato moltissimo e tuttora amo, che è rimasto nella mia memoria come un eroe carismatico, affascinante e malinconico a capo di una simpatica banda di “aspiranti” pirati.
Difende la terra dalle grinfie della regina Raflesia e dal suo esercito di invasori.
Cosa c’e’ di tutto ciò nel film? Nulla, soltanto una roba noiosa, lenta e complicata da seguire che non ha assolutamente nulla a che spartire con la bellissima storia ideata e disegnata magnificamente da Matsumoto.
I personaggi anche sono poco somiglianti (Meeme totalmente reinventata) così come l’Arcadia, trasformata in una sorta di mostro spaziale lontana anni luce da quella per me bellissima dell’anime.
Impatto visivo per me inguardabile, zero emozioni e tanti, tanti sbadigli. Una delusione immane.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext