Recensione su Capitan Harlock

/ 20136.4145 voti

28 Gennaio 2014

Comunque, bello da vedere, forse un pochetto troppo dark, nulla o quasi rimane dell’Harlock dell’infanzia, ma la sala era piena e tutta omologata sulla stessa fascia d’età. Storia così involuta che alla fine non si capisce bene da dove eravamo partiti, freddina la resa dei personaggi che hanno una certa inespressività facciale, ma come dire, se ne fanno un altro vado a vederlo lo stesso .

Prende un po’ di qui, un po’ di lì, da Harlock saga alle serie televisive degli anni settanta, si inventa di sana pianta la storia del Capitano (vedere alla voce L’arcadia della mia giovinezza), ha molti elementi classici quali la tragedia, l’agnizione, i legami di sangue, l’amore perduto, il sacrificio e l’espiazione. Perde nella caratterizzazione della ciurma che quasi non esiste (perchè non vi hanno inclusa la cuoca? Troppo comica? e il medico?) e nel veicolare il senso di ribellione proprio della pirateria. Ma la sceneggiatura è davvero poca cosa, forse bastavano 90 minuti, visivamente però fra pianeti e mondi, battaglie e quant’altro appaga.
Mi sembra pagare pegno a Star wars e, purtoppo, al Signore degli anelli (come è rappresentato il consiglio e il plenipotenziario).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext