Recensione su A qualcuno piace caldo

/ 19598.2442 voti

Dafniiiiiiii / 8 Gennaio 2014 in A qualcuno piace caldo

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Proibizionismo: Jack Lemmon e Tony Curtis suonano rispettivamente il contrabbasso e il sax.
Il locale dove suonavano viene chiuso per una retata, cercano un lavoro, ma a disposizione c’è solo un lavoro: una banda femminile 😀
Per delle circostanze diventano testimoni dell’assassinio di un boss della malavita da parte di un altro boss.
Senza soldi e ricercati dalla malavita di Chicago decidono di travestirsi da donne e presentarsi come sax e contrabbasso della band femminile, dove a suonare l’ukulele c’è la Marilyn/Sugar.

E da qui iniziano corse e inganni, da parte di Tony Curtis aka Joe/Josephin per essere la migliore amica di Sugar e il benestante amante.
Dall’altra parte Jack Lemmon aka Jerry/Daphnee diventa la preda di un omuncolo, basso e miliardario, di nome Osgood.

Divertentissima la scena in cui Daphnee deve tenere occupato il suo spasimante per permettere a Joe di usare lo yacht di Osgood per la pantomima che ha allestito per Sugar.
Quando la notte è passata e il sole sorge c’è Daphnee che sdraiata sul letto suona la maracas con aria sognante e tra un sospiro e l’altro canta che è fidanzata. Ma fidanzata con chi?! Con lei stessa 😀 Osgood le ha chiesto di sposarla e lei vuole farlo, poi gli vuole dire che è un uomo, c’è il divorzio e così avrà tantiiiiissimi soldi per tutta la vita. ahahah ho riso come una pazza.

Poi succede che tutti i boss malavitosi di Chicago si riuniscono nell’albergo dove alloggia la banda femminile e quindi Joe e Jerry devono scappare e alla fine succede che si ritrovano sul piccolo motoscafo di Osgood con la Marilyn che intanto ha scoperto che Joe in realtà è Josephin..mi pare.

Anche se tutto il film fosse noioso, varrebbe la pena vederlo solo per il dialogo finale 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext