?>Recensione | Solomon Kane | Senza titolo

Recensione su Solomon Kane

/ 20095.2153 voti

22 luglio 2011

Film bruttino basato sull’omonimo personaggio letterario creato da Robert Ervin Howard.
Solomon Kane poteva essere introdotto meglio, descrivendo le sue gesta come mercenario prima dell’incontro con il Mietitore. Qua si assiste a una delle poche scene da salvare con i compagni di Kane aggrediti da demoni “nascosti” in degli specchi. Dopo questo veloce, discreto prologo si assiste a un momento di pausa del film con Kane rifugiato in un monastero da cui però viene “scacciato”. Patetica la scena con i predoni, mentre un pò più interessante l’incontro con la famiglia di pellegrini dove troviamo Pete Postlethwaite (“Nel nome del padre”) e la figlia di lui Rachel Hurd-Wood (“Profumo”) oltre alla moglie e agli altri due figli. Il film prosegue con qualche alto (molto pochi) e molti bassi, anche se, nonostante le battaglie, è più noioso che altro.
Viene anche aperto un flashback sull’infanzia di Solomon Kane (tra le cose più interessanti); però il film rimane su livelli medio-bassi.

P.s. Mi fa strano che con 5 come voto sono riuscito ad alzare la media 🙂

Lascia un commento

jfb_p_buttontext