Omicidio in diretta

/ 19986.177 voti
Omicidio in diretta

Rick Santoro, detective corrotto, intuisce che, dietro l'attentato al Ministro della Difesa degli Stati Uniti avvenuto nel corso di un incontro di boxe, c'è una cospirazione.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Snake Eyes
Attori principali: Nicolas CageGary SiniseJohn HeardCarla GuginoTamara TunieStan Shaw, Kevin Dunn, Michael Rispoli, Joel Fabiani, Luis Guzmán, David Anthony Higgins, Mike Starr, Chip Zien, Michaella Bassey, Paul Joseph Bernardo, Jernard Burks, Mark Camacho, Desmond Campbell, Jean-Paul Chartrand, Chip Chuipka, Deano Clavet, Tara Ann Culp, Kelly Deadmon, Jayne Heitmeyer
Regia: Brian De Palma
Sceneggiatura/Autore: David Koepp
Colonna sonora: Ryuichi Sakamoto
Fotografia: Stephen H. Burum
Costumi: Odette Gadoury
Produttore: Brian De Palma, Louis A. Stroller
Produzione: Canada, Usa
Genere: Thriller, Poliziesco
Durata: 98 minuti

Seconda parte del film da dimenticare / 7 Maggio 2019 in Omicidio in diretta

La prima parte di Omicidio in diretta è davvero fantastica.
Ci sono tecnica, virtuosismo, la giusta dose di compiacimento, ritmo, ironia e Cage è l’uomo giusto nel luna park giusto.
Il barocchismo di De Palma sembra finalizzato ad appagare il divertimento dello spettatore che, oltre a farsi coinvolgere da una trama intrigante e (volendo) mettersi a riflettere sul valore della messinscena e della rappresentazione mediatica, si lascia piacevolmente titillare da vezzi narrativi e artistici gestiti con mano estremamente sicura.
(fin qui, voto: 8 stelline)

Tutto crolla più o meno dalla metà in poi, con il chiarimento della posizione dei personaggi di Carla Gugino e Gary Sinise: il film diventa uno scialbissimo thriller. I 20 minuti finali sono davvero da dimenticare. Al cattivo risultato, contribuisce anche Sinise, esageratamente ingessato (non che mi sia mai parso un campione di espressività, eh), che si comporta come una specie di Terminator in divisa della Marina degli Stati Uniti.
(Voto seconda parte: 2 stelline)

Leggi tutto

Regia al top / 21 Agosto 2017 in Omicidio in diretta

Credo che il punto di forza di questo film sia la regia. Magari la storia è prevedibile, poco originale, ecc… ma è indubbio che il lavoro di De Palma sui movimenti di camera e sullo stile sia straordinario.
Vogliamo parlare del (finto) piano sequenza iniziale di oltre 10 minuti, in cui sostanzialmente si racchiude tutto il senso del film?
E poi ho visto interpretazioni ben peggiori di Cage.

Leggi tutto

Da De Palma mi aspetto di più / 9 Febbraio 2017 in Omicidio in diretta

Un thriller abbastanza dozzinale, per quanto non certo brutto. Un poliziotto esuberante ma comunque onesto (Nicolas Cage) assiste ad un importante match di boxe ad Atlantic City. Con lui c’è il suo vecchio amico, ora capitano della Marina USA (Gary Sinise). Durante l’incontro cominciano a verificarsi fatti strani, con persone sospette, gesti strani e così via, finchè non si arriva all’omicidio del Segretario della Difesa, seduto poco dietro Cage. Lui indaga, rintraccia una donna misteriosa apparsa proprio prima dello sparo (Carla Gugino), scopre che il match era stato truccato e cerca anche di difendere il suo amico, che, per controllare una donna sospetta, “non ha rispetto i protocolli”. Ma Cage capisce che c’è qualcosa di grosso sotto, che lega tutte le cose, e indagherà. Il ritmo non è male, ma onestamente, la storia l’ho trovata eccessivamente ingarbugliata, De Palma ha sempre fatto bei film ma questa volta secondo me non è riuscito a centrare l’obiettivo, a mio parere, appunto, esagerando con i complotti e la trama convulsa. Peccato, Cage non se l’era cavata male e Sinise secondo me è un attore decisamente bravo, non solo per essere stato il Tenente Dan. Peccato, occasione un po’ buttata.

Leggi tutto

Film da compagnia… / 14 Luglio 2016 in Omicidio in diretta

Il classico film che vedi mentre cucini, mentre mangi o stai al telefono, o magari giochi a qualche app o pulisci i fornelli.
Perché è un film, come tanti, che se ti perdi le immagini non ti perdi nulla… Forse non capisci la trama? Talmente ovvia che è difficile perdersi.
Lo vedi perché ti tiene compagnia. Nulla di più…
Ad maiora!

4 Giugno 2015 in Omicidio in diretta

Un thriller appassionante e di classe (grande regia).
Peccato per il finale non all’altezza.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.