Sister Act: Una svitata in abito da suora

/ 19927.3551 voti
Sister Act: Una svitata in abito da suora

Testimone di un omicidio commesso dal suo malavitoso amante, Deloris viene spedita dalla polizia in un convento, dove nascondersi al sicuro fino alla cattura dell'assassino. All'interno della congregazione di suore la donna - in incognito con il nome di Suor Maria Claretta - diventerà direttrice del coro delle religiose, realizzando un vero e proprio gruppo pop che richiamerà l'attenzione della gente e dei media.
Anonimo ha scritto questa trama

Titolo Originale: Sister Act
Attori principali: Whoopi GoldbergWhoopi GoldbergMaggie SmithMaggie SmithKathy NajimyKathy NajimyWendy MakkenaWendy MakkenaMary WickesMary WickesHarvey Keitel, Bill Nunn, Robert Miranda, Richard Portnow, Ellen Albertini Dow, Carmen Zapata, Pat Crawford Brown, Prudence Wright Holmes, Ruth Kobart, Susan Browning, Edith Diaz, Beth Fowler, Joseph Maher, Jenifer Lewis, Charlotte Crossley, A.J. Johnson, Michael Durrell, Mike Jolly, Jeremy Roberts, Jim Beaver, Toni Kalem, Nicky Katt, Desreta Jackson, Zatella Beatty, Skye Bassett, Lois de Banzie, Mostra tutti
Regia: Emile ArdolinoEmile Ardolino
Sceneggiatura/Autore: Paul Rudnick
Colonna sonora: Marc Shaiman
Fotografia: Adam Greenberg
Costumi: Molly Maginnis
Produttore: Scott Rudin, Teri Schwartz
Produzione: Usa
Genere: Commedia, Famiglia, Musical
Durata: 100 minuti

Dove vedere in streaming Sister Act: Una svitata in abito da suora

Wow! / 10 Maggio 2020 in Sister Act: Una svitata in abito da suora

Un classico degli anni 90, sull’onda della Goldberg.
E’ proprio un film della mia infanzia, troppo divertente, senza esagerare e anche un pò banale, maè sempre uno spasso rivederlo!
Ottime le musiche che ti restano in testa,
8!!!

Un classico degli anni ’90 / 19 Ottobre 2017 in Sister Act: Una svitata in abito da suora

Una squattrinata cantante di colore con un carattere alquanto sopra le righe, Deloris Van Cartier (Whoopi Goldberg), di uno sfigato trio che si esibisce in un casino di Reno, è anche amante del proprietario dello stesso (Harvey Keitel). Dopo l’ennesimo litigio però la donna ne ha abbastanza, e, intenzionata ad andarsene, vede un omicidio perpetrato da parte dell’uomo. Spaventata e arrabbiata, va a denunciare la cosa alla polizia, che vuole approfittare di questa occasione per incriminare finalmente il criminale. Prima del processo però dovranno passare un paio di mesi, e la donna, avvertita dalle minacce da parte del gangster, deve nascondersi. Sotto totale copertura, finirà in un luogo ben poco adatto a lei, che ha sempre odiato: un convento. La Superiora (Maggie Smith) è un carattere duro e severo, come ci si aspetta da una suora del suo rango. Oltretutto, dovrà vestirsi da suora e fingersi tale. Inizialmente tutto va male, piano piano però si adatta e stravolge la vita delle sorelle quando diventa direttrice del coro, portando un misto di pop, rock e gospel. Una storiella semplice, ma tante risate e divertimento, grazie anche a tre attori veramente bravissimi. Un film classico di quando ero piccino, che però mi ricordavo davvero poco, ad esempio la parte “poliziesca” e Harvey Keitel proprio non me li ricordavo, e sono sicuramente un tassello interessante che dà il via alla convivenza della cantante con le suore. Piacevole insomma, anche per le canzoni che prendono molto.

Leggi tutto