?>Recensione | Sinister | Senza titolo

Recensione su Sinister

/ 20126.4230 voti

18 aprile 2015

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sempre piu’ raramente si riesce di questi tempi a tirar fuori un film horror che inquieti e allo stesso tempo appassioni lo spettatore senza l’utilizzo degli stra-ab usati stereotipi del genere.
Scott Derrickson ci e’ riuscito molto bene, confeziona do un film a mio parere piu’ che buono.
La figura dello scrittore in crisi alla disperata ricerca d’ispirazione non e’ di per se’ particolarmente originale, cosi’ come non lo e’ l’inizio del film, che parte con gli angoscianti nastri riguardanti degli efferati omicidi a opera di un serial killer mascherato. Immagini molto forti, molto crude che fanno da anticamera a un mistero che si infittisce sempre di piu’, all’esoterismo e al paranormale che, sequenza dopo sequenza, si fanno strada, al sopravvento di un’entita’ demoniaca che prende possesso del corpo e dell’anima dei bambini per compiere i suoi efferati omicidi.
Derrickson dimostra di conoscere molto bene il genere, di sapersi muovere, lasciando anche l’intera scena e l’intero peso sul film su Ethan Hawke che, dal canto suo, non ha dimenticato come si recita bene.
Non e’ un film particolarmente originale, ma ti lascia dentro quel profondo senso di malessere, soprattutto grazie a un finale a dir poco sorprendente.
A mio modesto parere uno dei migliori horror degli ultimi anni.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext