Sin City - Una donna per cui uccidere

/ 20126.3213 voti
Sin City - Una donna per cui uccidere

Dai fumetti di Frank Miller. A Sin City, quattro storie si intrecciano: Dwight riceve una telefonata dalla sua ex; Marv soccorre un senzatetto aggredito da alcuni teppisti; Nancy apprende del suicidio di Hartigan; Johnny, un presuntuoso giocatore, dovrà portare a termine un'oscura missione.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Sin City: A Dame to Kill For
Attori principali: Mickey RourkeJessica AlbaJosh BrolinJoseph Gordon-LevittRosario DawsonBruce Willis, Eva Green, Powers Boothe, Dennis Haysbert, Ray Liotta, Stacy Keach, Jaime King, Christopher Lloyd, Jamie Chung, Jeremy Piven, Christopher Meloni, Juno Temple, Marton Csokas, Jude Ciccolella, Julia Garner, Lady Gaga, Alexa PenaVega, Patricia Vonne, Bart Fletcher, Alejandro Rose-Garcia, Samuel Davis, Mike Davis, Kimberly Cox, Alcides Dias, Vincent Fuentes, Billy Blair, Rob Franco, Daylon Walton, Eloise DeJoria, Bob Schreck, Lawrence Varnado, Jimmy Gonzales, Tommy Townsend, Robert Lott, Gregory Kelly, Patrick Sane, Greg Ingram, Will Beinbrink, Dimitrius Pulido, John Wirt, Emmy Robbin, Luis Albert Acevedo Jr., Christian Bowman, Johnny Reno, Callie Hernandez
Regia: Robert RodriguezFrank Miller
Sceneggiatura/Autore: Frank Miller
Colonna sonora: Robert Rodriguez, Carl Thiel
Fotografia: Robert Rodriguez
Costumi: Nina Proctor
Produttore: Robert Rodriguez, Bob Weinstein, Harvey Weinstein, Frank Miller, Sergey Bespalov, Aaron Kaufman, Alexandr Rodnyansky, Mark C. Manuel, Stephen L'Heureux
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Poliziesco, Azione
Durata: 102 minuti

Discreto sequel… 7 / 9 Maggio 2016 in Sin City - Una donna per cui uccidere

leggermente inferiore del precedente, ma comunque un buon film. La formula non cambia: colore e bianco e nero si mescolano in ottimi contrasti, sempre uno stile fumettistico da gangster movie, tra violenza e sesso.
Senza dubbio discreto, ma il primo resta imbattibile.
Merita però un bel 7.

Grossa delusione / 5 Marzo 2016 in Sin City - Una donna per cui uccidere

Il ritorno nella Città del Peccato è purtroppo deludente. Vero che non era facile fare un grandissimo film come il predecessore, però ero lecito aspettarsi qualcosa di più. Nonostante tecnicamente il film sia realizzato in modo ineccepibile, i personaggi e le loro storie convincono poco e restano ancor meno impressi. La violenza se non altro non manca. In questo marasma, si salva sicuramene il personaggio del bravo Joseph Gordon-Levitt

Leggi tutto

La gnoccanza / 17 Dicembre 2015 in Sin City - Una donna per cui uccidere

Che c’è da dire su questo film se non che c’è gnocca ovunque ci si volti? Le donne nella media nemmeno le facevano entrare ai provini, solo gnocca dall’8 in su (?), così che qualcuno potesse distrarsi dalla mediocrità di questo titolo, soprattutto se paragonato al capitolo precedente.
Lento, noioso, più computerizzato dei film della Pixar, scene incongruenti e trama che parte da A e arriva a B…poi prosegue verso nuovi lidi di cui non frega granché allo spettatore.
Jessica Alba è sempre bella, Eva Green è sempre nuda.
Non sto scherzando…proprio sempre SEMPRE.
Ed è questo che vale il prezzo del biglietto (che grazie a dio non ho pagato): Eva Green è una donna per cui uccidere? Sicuramente sì…almeno per loro, anche se poi a Sin City ovunque ti volti trovi delle top model pure meglio della Green…ma quelle non sono nude.
Insomma, ciò che rimane alla fine di questo film è il loro divertissement (si scrive così?) con la grafica 3D e le tette di Eva Green.
No, non è che sia io a parlare solo di questo…è proprio il film che parla solo di questo!

Consigliato a: Ma a nessuno proprio. Più che altro è un film per i curiosi che vogliano vedere dove siano arrivati dopo la bellezza del primo capitolo…Ma non temete, lo capirete presto: sono arrivati al fondo del barile.

Leggi tutto

Eva Green femme fatale / 26 Ottobre 2015 in Sin City - Una donna per cui uccidere

Altro capitolo tratto dai fumetti di Frank Miller, a episodi come il precedente con gli stessi tratti caratteristici. Molto consigliata anche se non indispensabile la visione del primo film.
Film a episodi con qualche incrocio tra i vari protagonisti: la vicenda principale è quella che dà il titolo a questo film. Dwight (Josh Brolin) è un investigatore privato specializzato in adulteri; una sua vecchia fiamma Ava (la splendida Eva Green, ottima nel ruolo di femme fatale) lo coinvolge in una pericolosa relazione.
L’introduzione è invece legata a Marv (Mickey Rourke) mentre l’altro episodio “grosso” coinvolge il presuntuoso giocatore d’azzardo Johnny (Joseph Gordon-Levitt) che osa sfidare il senatore Roark (Powers Boothe), pagherà le conseguenze di questo azzardo.
Infine la spogliarellista Nancy Callaghan (Jessica Alba) cerca vendetta nei confronti del senatore di cui sopra.
Il film ricalca lo stile, la violenza stilizzata (il bianco e nero aiuta in questo caso) e il colore che compare ogni tanto a sottolineare qualche particolare (splendidi gli occhi verdi di Ava e il suo abito blu).
Grande cast oltre ai già citati ricompare Bruce Willis nei panni di John Hartigan, Juno Temple e Ray Liotta (il caso su cui sta indagando Dwight la prima volta che lo incontriamo) e Rosario Dawson.

Leggi tutto

Non è come il primo… ma è ok ugualmente / 15 Maggio 2015 in Sin City - Una donna per cui uccidere

Avere lo stesso successo del primo capitolo, o addirittura fare meglio, era impossibile quindi quando ho saputo dell’uscita al cinema ero felice ma non facevo salti di gioia perche la fregatura del sequel è sempre dietro l’angolo.
Dopo la visione devo dire che nonostante tutto è un buon film con belle scene d’azione e suspence ed alcuni capitoli e personaggi ( Johnny il tipo del poker per intenderci e la parte dove Nancy cerca la vendetta per la morte di Hartigan ) che nella graphic novel di Miller non ci sono, mi ha stupito positivamente la maturazione del personaggio di Nancy e buona anche la colonna sonora con il balletto di Nancy sulle note di Skin City di Steven Tyler ft. Robert Rodriguez è stupendo.
A mio avviso fare meglio di cosi il sequel non si poteva.

Leggi tutto