?>Recensione | Short Skin: I dolori del giovane Edo | Sarebbe...

Recensione su Short Skin: I dolori del giovane Edo

/ 20146.226 voti

Sarebbe un 7,5 / 12 gennaio 2016 in Short Skin: I dolori del giovane Edo

Una bella sorpresa! Un tale problema fisico e psicologico (soprattutto a quell’età ) reale di un giovane adolescente, come tema centrale, poteva trasformarsi facilmente,con battute infime e volgari , in un’arma a doppio taglio . Per fortuna ciò non avviene ed invece ci troviamo di fronte ad un film di formazione delicato e fresco, che ci mostra i problemi e le insicurezze di un ragazzo NORMALE (ottimamente interpretato dall’esile e timido Matteo Creatini), alle prese con i primi rapporti amorosi, e del suo modo di affrontarle nell’arco di un’estate che risulterà decisiva per la sua crescita.
Convincente tutto il cast, che sfrutta giovani VERI, credibili, non divetti da copertina patinata in cui il pubblico non si riconosce. Edo è magrolino, quasi evanescente, la ragazza che incontra durante il film ha la cellulite come qualunque altra nella vita vera! L’amico di Edo é il classico ragazzo ingrifato che cerca di combinare incontri con le ragazze per portarsele a letto, ma non risulta una macchietta, anzi sembra che neanche reciti, per quanto la sua figura é riconoscibile nella vita di quasi tutti noi.
Anche le musiche seguono il tono sommesso (come Edo) del film e riescono ad essere piacevoli e mai invadenti.
Come esordio direi che non c’è male davvero. Ora la prova del nove sta nell’opera seconda che, come sappiamo tutti, sarà difficile da confermare. Speriamo arrivi presto!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext