?>Recensione | Sotto shock | C’ERA UNA VOLT

Recensione su Sotto shock

/ 19896.123 voti

C’ERA UNA VOLT / 23 gennaio 2017 in Sotto shock

Ho un rapporto singolare col cinema di Craven. Viene considerato un mostro sacro ma personalmente non l’ho mai trovato un vero e proprio fuoriclasse. Troppo altalenante per stargli dietro…guizzi di genio si alternano senza sosta a tonfi da dilettante.
Questo “sotto shock” va chiaramente archiviato tra i flop del regista di Cleveland.

La premessa sarebbe anche interessante. Peccato che troppe cose non quadrino e altrettante non vengono spiegate. Narrazione insipida, villain carismatico ma senza spessore, comicità involontaria disseminata qua e là.

Uno degli aspetti più critici del film è la resa degli effetti speciali.
In linea di massima non critico mai gli effetti speciali ma in questo caso, tutti gli effetti di post-produzione sono davvero goffissimi persino per una piccola produzione di fine anni ’80 (veramente pochi quelli che si salvano).

Negli ultimi 15 minuti si raggiunge un apice di comicità trash che decreta definitivamente la fine ingloriosa dell’opera.

Assolutamente evitabile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext