6 ottobre 2011

Da piccolo ho visto tutta la serie di Ken il guerriero, dal primo all’ultimo episodio, e ne ha ammazzata talmente tanta di gente che a pensare che quello in cui si muoveva era un mondo devastato da una guerra nucleare, con pochi sopravvissuti, c’è da chiedersi come abbia fatto a non ridursi in completa solitudine e da dove saltasse fuori tutta quella gentaglia.
I film sono una riproposizione del cartone e, sebbene i primi 4 non siano poi così male, questo è francamente parossistico.
Ken è una specie di figura cristologica, un redentore col fisico di Hulk Hogan che deve ancora iniziare il cammino di redenzione dell’umanità.
Qui viene crocefisso, pestato, insultato e alla fine si sveglia e piglia tutti a calci. Francamente gli altri 4 episodi bastavano…
Ah! dimenticavo…il cattivo idiota di turno è un ex programmatore pingue e flaccido, con un aspetto più simile al vermone di Star Wars che ad un programmatore (come diavolo fa a battere sui tasti con quelle dita grassocce??)…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext