14 Recensioni su

Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

/ 20117.1668 voti

Arturo conan dolittle / 28 Gennaio 2021 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

In pratica, un lavoro da cani che sminuisce le opere dell’autore. Film d’azione accettabile, ma tutto è ben distante dalla narrativa dei libri. Nomi, qualche riferimento, per il resto una rivisitazione figlia dei moderni film basati su concetti grossolani e schiavi degli effetti speciali.
Sherlock è ben altra cosa.

Straordinario / 14 Ottobre 2018 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

“Sherlock Holmes- Gioco di ombre” è un sequel eccezionale, forse anche migliore sotto certi aspetti del primo capitolo. Il film presenta gli stessi punti di forza del primo: trama eccellente, scenografia impeccabile, azione spettacolare, tanto humor e un sempre mitico Robert Downey, Jr. Però, in più (ed è questo che fa la differenza) vi è il villain per eccellenza di Holmes: il professor James Moriarty! Insomma, un film sensazionale da vedere e da amare!

Leggi tutto

Una buona avventura sprecata / 10 Settembre 2018 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Il precedente film mi era piaciuto, ma francamente non me lo ricordo per nulla. Sono passati molti anni da quando l’ho visto, quindi non so dire se questo suo sequel è uguale al precedente, e sono io che ho cambiato gusti, o se fa schifo di suo.
Gioco di ombre ha una buona scenografia, un buon ritmo, un buon nemico e poteva essere un buon film d’avventura.
Ma, purtroppo, non lo è: ci sono momenti davvero stupidi, che appesantiscono inutilmente il film e c’è il rapporto Sherlock-Watson, che secondo me è irritante (non c’è una vera alchimia, è tutto troppo forzato).
Anche la trama non funziona in pieno; per di più, c’è pure un momento “drammatico” messo su una tempistica completamente sballata, e quindi del tutto inutile.
Ma il film sembrava salvarsi sul finale: il confronto decisivo tra Holmes e Moriarty è ben riuscito. Peccato che il piano di Sherlock in realtà non sta in piedi, per un “piccolo” dettaglio (no, in realtà è enorme) che lo invalida completamente.
Penso che gli sceneggiatori avrebbero dovuto impegnarsi un po’ di più. Ma un po’ tanto, proprio.

Leggi tutto

Godibile, 7 / 16 Giugno 2016 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Pari al precedente come qualità artistica e come interpretazioni, questo sequel su Sherlock Holmes perde però un pò di originalità, in quanto usa lo stesso stile narrativo del primo, senza aggiungere niente di nuovo.
Piacevole lo stesso, a tratti divertente (la scena del treno è spettacolare!) ma Ritchie mette solo la storia del detective nel suo stile cinematografico.
Un pizzichino inferiore al primo, ma un bel 7.

Leggi tutto

29 Novembre 2013 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Poco chiaro e poco chiarificatore, piacevole il duello con l’acerrimo nemico Moriarty, ma ovviamente nei libri è meglio.
Sottotono rispetto al primo.

1 Aprile 2013 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Niente da aggiungere rispetto al primo episodio, e il problema é proprio questo.
Un sequel parte sempre con un gap da colmare, consistente nell’obbligo di offrire qualcosa in più rispetto al predecessore. Se non lo fa, il tutto non può che rivelarsi una mera operazione commerciale per raccimolare (economicamente) tutto il raccimolabile da un personaggio che (causa anche discutibili mistificazioni) ha fatto breccia nel grande pubblico.
Ciò detto, solo il talento di Guy Ritchie nel rendere spumeggiante qualsiasi cosa gli passi tra le mani salva questa pellicola dall’essere un semplice dejavu.
Stavolta gli sceneggiatori si sforzano di esser leggermente più fedeli al canone di Sir Conan Doyle, con la storia che é ispirata, incluso il finale, a “L’ultima avventura”. Ma solo ispirata, perché tutto l’intrigo internazionale di fondo é pura invenzione, a tratti con punte di moralizzazione leggermente fuori luogo.
Ambientazioni europee di fine ‘800 suggestive, con qualche location stile Signore degli anelli.
Più azione rispetto al primo episodio (anche se a tratti sembra di guardare Matrix), meno deduzione, che si riduce per lo più a cervellotica premonizione spesso sfociante nel surreale.

Leggi tutto

13 Gennaio 2013 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

L’occhio di Guy Ritchie produce nuovamente un film divertente ed avvincente, che sfrutta i pregi del primo capitolo aggiungendo forse un po’ di azione. Solo qualche scena un po’ prolissa ed un meccanismo narratico che dopo il primo film risulta un po’ scontato anneriscono una pellicola comunque valida.

17 Dicembre 2012 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Devo ammettere che ormai ho un debole per i film di Guy Richie. Perché oh, c’è poco da dire, spaccano quasi sempre. Per cui questo secondo episodio della rivisitazione di Sherlock è stato godibile e divertente almeno tanto quanto il primo. Si ride si balla e l’amore si fa (tra Sherlock e Watson-Jude Law, ovviamente, per il quale sbavava la mia amica P). C’è una specie di intrigo internazionale per cui si tiene d’occhio la pista anarchica, ma Holmes ha capito tutto ed è sulle tracce di un malvagissimo nonché geniale accademico inglese che vuole avere il monopolio delle fabbriche di armi per far scoppiare una guerra mondiale. Perché la guerra è nella natura dell’uomo, e allora tanto vale lucrarci. Ma per riuscire Holmes ha bisogno dell’aiuto del fidato Watson, che viene strappato alla luna di miele per una specie di tour d’Europa all’inseguimento dei cattivi. E niente, Holmes è un figo perché è un genio e ha le premonizioni sulle cose grazie al suoi intuito, rallenti usati e abusati, col ca**o che ci fermate (anche se gli ammazzano quella spia-amante very gnocca che c’era anche nel primo episodio). Non sono certo film dove splenda spesso il sole, questi, è tutto bassifondi e notti e tempeste e fango; ma bombe e esplosioni e mitragliatrici e inseguimenti fanno in modo che non ci si pensi troppo, i dialoghi girano perfetti come orologi e sono very funny, e i piani e contropiani dei due geni che si confrontano sono un po’ cervellotici ma chissenefrega, ci si diverte.

Leggi tutto

6.5 / 20 Aprile 2012 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Mezzo punto di meno, anche se, come sequel regge bene il confronto con il primo. Punto di forza è sicuramente il duo Downey Jr-Law. La loro relazione si incastra su una serie di battute al fulmicotone, arguti scambi verbali e cesellamenti linguistici.
Lo spirito dell’originale Sherlock Holmes si è perso da un pezzo, ma tutto sommato questa versione moderna non delude, perchè attualizza senza svilire. Robert Downey Jr è un acuto osservatore e una mente brillante ed il suo eterno rivale, Moriarty-Jared Harris è un personaggio altrettanto scaltro, pungente e pericoloso.
Il duello di meningi, se così si può dire, stimola l’interesse dello spettatore e l’idea di piazzare la storia alle soglie della prima guerra mondiale conferisce un tono al film. L’operazione aveva avuto successo anche per altri sequel (“X-Men – Le orgini”) ed n questo contesto non vengono meno il guizzo e l’inventiva.
Peccato solo che Rachel McAdams non abbia un ruolo così forte come nel primo film, ma Noomi Rapace riesce a non farla rimpiangere.

Leggi tutto

11 Marzo 2012 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

forse perché conosciamo già i protagonisti e siamo consapevoli del fatto che non sono propriamente i personaggi creati da Sir Arthur Conan Doyle ma ho trovato molto più interessante questo film rispetto al precedente.
Alle volte si esagera con spiegazioni e controspiegazioni verbosissime ma è un bello spettacolo.

Provaci ancora Holmes!! / 8 Gennaio 2012 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Un buon seguito. Non ottimo. Rispetto al primo capitolo, la trama lascia meno spazio alla deduzione e più all’azione. Avrei preferito di gran lunga l’opposto. In sostanza: tanta azione (buona azione), tante esplosioni (ba-da-bum!!), poche deduzioni (ma estreme!!). Il primo capitolo, inoltre, brillava anche grazie alla location: una Londra cupa e grigia, che in questa pellicola è stata, giustamente, abbandonata per una sfilza di nuove location. Alcune più, altre meno riuscite. Ma la formula andava variata. Ci saremmo lamentati anche di un clone del primo film, del resto. Ottimi gli attori, come sempre. Poco pregnante la figura della zingara. Necessaria, ma poco incisiva. Spassose, come sempre, le gag.

Leggi tutto

8 Gennaio 2012 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Attribuisco a questa nuova storia una stellina in meno rispetto al precedente capitolo, perché non ho trovato niente di nuovo sotto la bruma (che nebbia, in questi due film!) e la trama mi è sembrata certamente più scoppiettante, ma anche più fumosa: non tutte le dinamiche sono sempre cristalline e lo spettatore fatica a seguire le felici intuizioni di Holmes.

L’atmosfera fin de siécle è palpabile (cambiano le armi, subentrano nuovi mezzi di trasporto, i giochi di potere/politica/follia diventano più sottili) e gradevole e il viaggio in giro per l’Europa ha un che di Verne che non guasta.
Holmes – Downey Jr. si diverte un mondo (e, con lui, si diverte anche la platea) e Watson-Law sta al gioco; mi pare che anche Stephen Fry (Holmes ha un fratello?!?) si sia sollazzato abbastanza (sia benedetta la sua presenza scenica, sempre adeguatamente “vittoriana”); Jared Harris ha un viso adeguatamente perverso per la parte; Noomi Rapace è impegnata a mangiare in otto scene su dieci, fateci caso.

Nel complesso, la macchina cinematografica di Ritchie funzionerebbe davvero bene, se non ci fossero un po’ di lacune narrative (volute, casuali, scontate, chi lo sa) e se il regista non insistesse/si autocompiacesse nelle scene d’azione al ralenti che, pur intrigandomi fin da “Snatch”, ora mi paiono in sovrannumero ed un poco stucchevoli (anche se la fuga nel bosco ha un certo fascino).

Nota: anni fa, lessi un racconto di Sir A.Conan Doyle intitolato (se non erro) La morte di Sherlock Holmes. Lo scrittore era letteralmente stufo di scrivere di Holmes e decise di farlo morire (per poi farlo tornare platealmente in vita, su pressante richiesta dei lettori) proprio in una cascata, insieme (ullallà) a Moriarty.
Ebbravo Ritchie: chicca e fedeltà proprio sul finale 😉

Leggi tutto

30 Dicembre 2011 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Ottimo sequel 😀
Robert Downey Jr. e Jude Law sempre ottimi e molto convincenti nell’interpretare i loro ruoli; bravi anche Noomi Rapace e Jared Harris nel ruolo del professor Moriarty e l’altra new entry, Mycroft Holmes (Stephen Fry), il fratello di Sherlock. A mio parere migliore del primo, più intrigante e complesso (merito di Moriarty, un nemico sicuramente più “stimolante” di Lord Blackwood), più gag e più scorrevole rispetto al primo. Consigliato! 🙂

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 7.5 / 19 Dicembre 2011 in Sherlock Holmes: Gioco di Ombre

Secondo capitolo delle nuove avventure di Sherlock Holmes dirette da Guy Ritchie. Ottimo mix di avventura, combattimenti (però con tutto il pensiero di Sherlock che accompagna i suoi movimenti) e humour. Stavolta l’avversario da affrontare per i nostri due eroi, Sherlock e Watson, è il professor Moriarty (interpretato dal bravo Jared Harris, figlio di Richard Harris. Ottime anche le altre due new entry: Noomi Rapace (interprete della saga Millenium dei libri di Larsson) nei panni della zingara e Stephen Fry nei, talvolta, pochi panni del fratello di Sherlock. Molta azione mentre le deduzioni logiche sono spesso veloci, il film conferma la verve del primo capitolo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.