Recensione su Shame

/ 20117.0513 voti

13 Gennaio 2013

La pellicola affronta turbe e problematiche represse di un uomo in un’opera sofisticata e sottile, centrata sulle espressioni, immensi entrambi Fassbender e Mulligan, ricercate con una regia precisa e una ‘fotografia urbana’ affascinante. L’intima vergogna del protagonista, violentato psicologicamente, emerge e sconvolge altresì lo spettatore; decisamente riuscito.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext