Recensione su Shame

/ 20117.0517 voti

18 Gennaio 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Inizio,l’ incipit è circolare :si gira in tondo,si fa sesso con una prostituta,si tenta di abbordare una donna,lei scappa,fugge via,il fallimento incombe,la vita del protagonista è tutta qui,questo è quanto.
Solitudine di un uomo .
Racconto:

Il protagonista, viene descritto per quello che è:un erotomane, uno stronzo che se ne frega perfino della sorella che bisognosa di aiuto piomba in casa sua .

Il film ci mostra tutto il mostrabile senza cadere nella pornografia,la pellicola è difficile da giudicare ,ma strappa il giudizio positivo grazie ad una messa in scena efficace,il regista ama il piano sequenza ,ne fa ampio sfoggio sena mai cadere nel banale,lascia intuire il passato del giovane e della sorella senza esplicarlo,lo spettatore fa supposizioni e intanto l’opera matura e convince anche se l’operazione sarebbe potuta essere migliore se il finale non fosse risultato eccessivamente drammatico,addirittura quasi patetico (ci riferiamo soprattutto alla sequenza della avvenuta presa di coscienza di Brandon ) una scelta di sceneggiatura diversa avrebbe certamente giovato e reso il tutto migliore.

Il cerchio si chiude.
Ora o mai più.

3 commenti

  1. Stefania / 18 Gennaio 2012

    Zappa?

  2. Billy Parham / 18 Gennaio 2012

    il virgolettato si 🙂

  3. Billy Parham / 6 Giugno 2014

    Adesso Zappa non c’è più 🙂

Lascia un commento

jfb_p_buttontext