Recensione su Self/less

/ 20156.267 voti

Trasloco di coscienza / 26 Settembre 2016 in Self/less

Buon film che mischia scienza (o fantascienza) e azione diretto da Tarsem Singh (il regista del visionario “The cell”).
Damian Hale (Ben Kingsley) è un’imprenditore senza troppi scrupoli che ha un rapporto difficile con la figlia Claire; quando il cancro sta per avere il sopravvento, decide di sottoporsi a un intervento sperimentale in cui la sua “mente” verrà trasferita in un nuovo corpo creato in laboratorio. Dopo il risveglio nell’altro corpo (Ryan Reynolds), scoprirà che il corpo in cui vive non è stato esattamente creato in laboratorio ma apperteneva a un uomo con moglie (Natalie Martinez) e figlia.
Interessante film che esplora il sogno di ogni essere umano: prolungare la propria esistenza, trasferendo la propria mente in un corpo sano e più giovane.
La prima parte, con qualche mistero, esamina la situazione di Damian prima nei suoi panni e poi nel corpo di Mark Bitwell; la seconda è più d’azione in cui “Damien” dovrà difendere sè stesso, la donna e la bambina dalla caccia dei membri dell’organizzazione del “trapianto”.
Nel resto del cast da citare Matthew Good, è il prof. Albright che si occupa del trasferimento di “coscienza”; Derek Luke è Anton, il primo amico che Damian ha con il suo nuovo corpo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext