Recensione su Scusate se esisto!

/ 20146.2121 voti

Scusate il film / 30 Novembre 2014 in Scusate se esisto!

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Classica commediuola italiana, come se ne vedono tante ultimamente, forse troppe.
Il film avrebbe anche delle ottime potenzialità, visto che comunque ritrae l’Italia di oggi, vittima ancora di moltissimi pregiudizi, in particolar modo verso le donne dei gay e soprattutto di chi, per vedere riconosciuti i propri meriti (uomo o donna che sia) è costretto ad andare all’estero, o accettare tutt’altro lavoro pur di restare.
Purtroppo il film, nonstante questi ottimi spunti su cui lavorare, non c’entra appieno il bersaglio, vedi:
– la Cortellesi che fa l’ochetta quando s’innamora di Raul Bova;
– o quando, sempre lei, si trova in panne col motorino, un ciao ndr, a chi va a chiedere aiuto? Agli unici due ragazzi (due poco di buono) che sono a piedi su quella strada, e che ovviamente glielo rubano, anche se alla fine ha il suo riscatto;
– Bova, seppur bravino nel ruolo di padre gay, sembra voler far vedere la sua bellezza (le donne apprezzeranno sicuramente);
– come scritto sopra, il film rispecchia molte realtà odierne ed ha il suo lieto fine, perché è quello che si vuol vedere, almeno sullo schermo, ma è veramente così una volta uscita dal buio della sala?

Lascia un commento

jfb_p_buttontext