Recensione su Romanzo Criminale

/ 20057.3342 voti

24 febbraio 2011

Il buon cinema italiano ha un tempo di gestazione spaventosamente lungo, ma ogni tanto ti partorisce il capolavoro: tutti gli attori in contemporaneo stato di grazia, sceneggiatura romanzata quel tanto che basta per evitare che il film sembrasse un documentario ma non tanto da stravolgere la realtà dei fatti, colonna sonora molto curata, coraggiosamente lungo quel che serve per la coerenza narrativa, accattivante al punto giusto per catturare l’attenzione di chi non si sarebbe mai sognato di guardarsi un film sulla banda della Magliana, insomma un gioiellino….solo un appunto: la stimata professionista che si accompagna al Dandi non solo è doppiata (e già questo conferisce irrealtà ad un personaggio quando è l’unico con la voce impostata e sovraimpressa tra voci registrate “sul campo”), ma è doppiata malissimo! Intendiamoci, la doppiatrice è bravissima in genere, ma è credibile quella voce impostata da personaggio di “Beautiful” tra criminali che parlano romanesco?

1 commento

  1. Stefania / 24 febbraio 2011

    Beh, l’attrice è straniera, se non ricordo male, quindi il doppiaggio era necessario, mi sa. Però, in effetti, stona un po’. Anvedi ‘st’impuniti…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext