Recensione su Ritorno al crimine

/ 20215.515 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 7 Dicembre 2021 in Ritorno al crimine

Seguito del film del 2019 (e ci sarà un terzo capitolo).
Il film riprende esattamente dalla fine del precedente.
Troviamo quindi Sebastiano (Alessandro Gassmann), Moreno (Marco Giallini), Giuseppe (Gianmarco Tognazzi) e Gianfranco (Massimiliano Bruno) diretti a Monte Carlo sulle tracce di Sabrina (Loretta Goggi). Sulle loro tracce però c’è anche Renatino (Edoardo Leo) che li
ha inseguiti dal passato. Ma Sabrina si è spostata sulla costa amalfitana rimettendosi con il suo ex, il truffatore Massimo Ranieri (Carlo Buccirosso).
Il film si divide praticamente in due: da una parte Sebastiano, Moreno e Giuseppe ritornano negli anni’80 per cercare di cambiare una cosa che influenzerà il presente (forse sono stato troppo criptico), dall’altra Renatino e Massimo cercheranno di fronteggiare la camorra nel “presente”. Altro interessante mix tra commedia e film d’azione/fantastico, stavolta avranno a che fare con Gomorra; Renatino avrà qualche difficoltà ad ambientarsi negli anni 2000.
Nel resto del cast da citare Giulia Bevilaqua nei panni della figlia di Sabrina, Corinne Clery è la contessa Roccapadula; comparsate di Antonio Cabrini, Bruno Conti e Paola Ferrari. C’è anche Ninetto Davoli nei panni di Er Saetta (componente della banda di Renatino ma dopo 30 anni è un po’ cambiato rispetto ai ricordi di Renatino).
Il finale lancia un seguito in cui molto probabilmente dovranno affrontare i nazisti.

Lascia un commento