Il voto sarebbe un 6.5 / 25 Luglio 2019 in Replicas

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Non avendone sentito parlare molto di questo film, mi aspettavo potesse essere una boiata invece si è rivelato un film discreto, piacevole da guardare.
William Foster (Keanu Reeves) è un neuro-scienziato che sta lavorando su un progetto per trasferire la mente umana (di soldati morti) in una mente artificiale (di un’automa). L’ultimo esperimento fallisce e se non riesce a risolvere il problema in fretta, l’azienda rischia di chiudere.
La sera parte con la sua famiglia, la moglie Mona (Alice Eve) e i tre figli, per una gita in barca ma lungo la strada hanno un terribile incidente dove William è l’unico sopravvissuto.
Insieme con il collega Ed (Thomas Middleditch), specializzato nella clonazione umana, prenderà una decisione eticamente discutibile per cercare di riportare in vita la sua famiglia.
Mix tra Re-Animator, Pet Sematary ed Ex Machina (tanto per citare tre film su argomenti simili) con recitazione non sempre all’altezza ma un buon ritmo e azione con qualche dubbio etico/morale sullo sfondo (ma neanche troppo). La scena dell’incidente e qualche particolare (soprattutto sulla figlia più piccola, Zoe) non quadrano troppo ma nel complesso il film è abbastanza godibile e carino.

Leggi tutto