Recensione su Rebels of the Neon God

/ 19927.416 voti

Piogge / 22 Marzo 2013 in Rebels of the Neon God

“Pioveva, tanto per cambiare. Pioveva sempre. L’ultima luce del sole ormai sparito all’orizzonte anneriva il contorno degli edifici. Le strade formicolavano di gente: a piedi, in moto, in auto. Si muovevano, come greggi in transumanza. Si agitavano. Ma dove erano diretti? Cosa cercavano? Cosa sognavano?
Noi, io e il mio amico Ah-Ping, non cercavamo proprio nulla. Ci bastava scassinare qualche telefono pubblico, tirar su qualche dollaro qua e là, bere come spugne, raccattare qualche ragazza. Era sufficiente. Eravamo gusci vuoti? Probabile, che importa.
Ma Ah-Kuei era bellissima, radiosa, con in suoi pantaloncini così sexy, con il suo delizioso sorriso sempre stampato sul viso. Ma che vada a farsi fottere anche lei!
Se solo smettesse di piovere!”

Primo lungometraggio di Tsai Ming-liang. Protagonista è sempre una Taipei piovosa, spettrale, disumana quasi. Anche le tematiche sono quelle sue peculiari: alienazione, mancanza di qualsivoglia valore, male di vivere, incomunicabilità…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext