?>Recensione | Rebelle | Senza titolo

Recensione su Rebelle

/ 20127.05 voti

12 marzo 2013

“Rebelle” è un film molto bello ed intenso, non aggiungerei altro: ne consiglio la visione.
Apro però una piccola parentesi. Io ho trovato su internet una versione (credo particolare) accompagnata dalla voce fuori campo del regista che commenta passo passo ogni avvicendamento della sua opera dalla gestazione decennale. La cosa mi ha molto colpito, ancora non sono in grado di dire se gli interventi del regista siano un di più che aiuta nella comprensione della pellicola o se inevitabilmente ne rovinino l’impatto e l’atmosfera, minando dialoghi e silenzi, distogliendo l’attenzione dello spettatore (parla in francese) e rompendo ogni possibile immedesimazione nella finzione artistica, riportandoci continuamente sul piano del reale. Per quanto possa sembrare accattivante (a me nei primi minuti lo era sembrato) sentire l’autore di un’opera commentarla in diretta, e per quanto fornisca una miriade di interessanti informazioni sia di carattere tecnico-lavorativo che generale, sulla cultura sub-sahariana e sulle molte scelte simboliche operate nella trama, alla lunga diventa un’esperienza straniante, pedissequa e fastidiosa. Le potenzialità di un bel film vengono ridotte a semplice livello documentaristico.
Dico tutto ciò per consigliarvi di vedere il film senza filtri, perché penso che se ne possa apprezzare meglio il carattere intimista e lo sguardo diretto, spiazzante, delicato della sua protagonista.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext