Recensione su Puncture

/ 20116.629 voti

2 Ottobre 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il film è basato sulla vera storia dell’avvocato Michael Weiss, interpretato da Chris Evans. Il protagonista, assieme al suo socio Paul Danziger, dopo vari casi di sicurezza sul lavoro viene contattato da un’infermiera. Durante l’orario di lavoro, Vicky era stata punta da una siringa non sterile contraendo il virus dell’HIV. Indagando, i due avvocati scoprono l’esistenza di un ago sicuro che si ritrae non appena è stata effettuata la puntura, per questo decidono di intentare causa ad una ditta che, corrompendo gli ospedali, non ha permesso la fabbricazione di questo strumento medico sicuro. La storia si snoda attorno al protagonista Mike Weiss, tossicodipendente e genio nel suo campo lavorativo, che non smetterà di combattere e difendere la causa anche quando il suo socio lo abbandonerà e nonostante le intromissioni e le vessazioni della parte avversaria. Purtroppo, quando Mike troverà una soluzione per porre termine al caso, troverà anche la sua fine, inizio di una causa più grande recuperata dall’amico Paul.
Il film è passato sottobanco e secondo me è stato un errore enorme, lo ho trovato davvero un buon film, vero fino al midollo grazie anche alle interpretazioni degli attori, Chris Evans da corpo al personaggio rendendolo misurato e allo stesso tempo fuori dalle righe. Consigliatissimo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext