Recensione su Prisoners

/ 20137.6364 voti

Nel vortice della suspense / 2 Maggio 2016 in Prisoners

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un thriller quasi perfetto con una mirabile sceneggiatura, condotto da Denis Villeneuve con intrigante personalità registica, montaggio intelligente, storia sempre interessante e avvincente fino all’ultimo. Storie così soffrono quasi sempre del dilemma dell’imbuto, ovvero il vortice trascinante di mistero e suspense spesso viene tradito nel restringimento finale, conducendo l’indagine a soluzioni insoddisfacenti; non mi pare tuttavia questo il caso, anche se ho una riserva tutta personale nei confronti del make up invecchiante di Melissa Leo, una Norma Bates con tratti somatici un po’ alla Mrs. Doubtfire. Ma è l’unica pecca davvero. Ottime le interpretazioni, dove primeggiano ovviamente l’irascibile Hugh Jackman e il detective Gyllenhaal con i suoi tic oculari. Un plauso particolare anche alla fotografia del veterano Roger Deakins (le inquadrature finali della corsa in auto all’ospedale sotto la pioggia sono fantastiche), qui alla sua ennesima nomination senza aver ancora vinto un Oscar.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext