Poetico e profondo! / 11 Maggio 2021 in Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera

Un film che non è per tutti, ma dovrebbe.
Non vederci niente dentro significa aver guardato solo la superficie, senza coglierne aneddoti, metafore e lezioni di vita.
Un pellicola poetica e profonda, lenta e continua come la vita, dove le stagioni come metafore del tempo si susseguono, e spesso si ripetono, in un ciclico giro.
Regia pacata e per nulla sfarzosa, piena di momenti significativi che non sto a elencare (su tutti la fine dell’autunno in cui il Maestro prepara la sua “barca” e la successiva primavera, con il percorso di espiazione e preparazione del nuovo Maestro, con la scalata sulla montagna con la pietra e la statua del Buddha).
Se non avete colto nemmeno le sfumature vi consiglio di riguardarlo con occhi “nuovi” e me o distrazioni (una volta ho passato due ore senza nemmeno sbirciare il telefono!) e se l’avete fatto davvero non c’è bisogno di aggiungere altro.
Bellissimo.
8,5/10

Lascia un commento

jfb_p_buttontext