Recensione su Predestination

/ 20147.1214 voti

E’ NATO PRIMA IL GALLO / 10 novembre 2017 in Predestination

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Riassumo la trama per i poco attenti: Un agente temporale di 40 anni lascia se stesso/stessa infante davanti ad un orfanotrofio nel 1945. Nel 1963 l’infante cresciuto s’innamorerà di se stesso e si metterà incinta da sola. Una volta nato questo bambino/bambina verrà rapito da se stesso e riportato nel 1945. Tutto questo viene fatto per evitare che nel 1976, un terrorista provochi il più grande attentato di sempre,…e chi è questo terrorista? Chiaramente si tratta del nostro amato agente temporale che combatte contro se stesso/stessa per evitare di fare il botto.

Nonostante possa sembrare celebrale, in realtà i più arguti sospetteranno fin da subito dove il film stia andando a parare.
Ma poi spiegatemi per quale motivo l’agenzia manda l’agente temporale in questione a convincere se stesso a procrearsi? Non si poteva mandare un ALTRO agente a non generare Hawke? Anche perché a logica è figlio di un paradosso precedentemente creato…quindi? Boh… Un guazzabuglio insensato.

Tecnicamente lodevole ma privo di logica…se c’è non l’ho ravvisata.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext