Recensione su Precious

/ 20097.3209 voti

25 dicembre 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Oh, il film che ha portato a rischiare di vincere un Oscar la superfatty sponsorizzata da Oprah Winfrey… Da dire che Precious parla slang stretto newyorchese. Aka: quando parlava lei non ci capivo una mazza. La storia: ragazza col pancione (in tutti i sensi) è schiavi-brutalizzata da madre-mostro, pure col pancione. Scappa, va a un’altra scuola, trova l’insegnante giovanentusiastacarinalesbicaintellettuale che dai, credici, dai che ce la fai, yes we can. Mi sembra una buona sintesi. Le battute tipo “riempie lo schermo” ecc le lascio volentieri per terra, inserti semimusicali di lei persa nelle sue reverie di fama e successo (I mean, infatti è finita proprio così agli oscar), personaggio della madre voluto e riuscito detestabile. Ecco, a me non è che sia dispiaciuto, anche se proprio di nuovo nulla c’era, solo cose già viste e con tratti esasperati (la sfigata è più grassa del solito ecc) e nemmeno so spiegarmi, ma temo di non riuscire a scrollare di dosso una certa sensazione di artefatto. O forse mi sta solo sul ca**o il fatto che fosse così tanto sponsorizzato e pompato fin dall’inizio. E stavo pure scordando di menzionare il fatto che ci siano Lenny Kravitz e Mariah Carey a far le parti dei socialmente impegnati, l’infermiere e l’insegnante, loro che… maddai, su!
Poi per carità, ehm, fa la sua porca figura 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext