Recensione su Pleasantville

/ 19987.1310 voti
Pleasantville
Regia:

14 Giugno 2015

Indeciso tra riflessione storico-sociale sulle differenze tra anni Cinquanta e Novanta e avventura metafisica nel mondo fasullo di Pleasantville, il film vira infine più modestamente verso una favola di liberazione sessuale e artistica, con una spruzzata di allegoria razziale (i «coloureds»). Il risultato non è del tutto sgradevole, ma di certo non ha nulla di originale.

Insopportabile Reese Witherspoon, mentre Jeff Daniels crede evidentemente di essere ancora sul set di Dumb and Dumber (che è di quattro anni prima) e rende il proprio personaggio più rintronato del necessario.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext