?>Recensione | Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare |...

Recensione su Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare

/ 20116.3607 voti

24 maggio 2011

Buono anche questo nuovo capitolo delle avventure di Jack Sparrow; solita azione mista a divertimento (x l’ironia del Capitano) con un grande Johnny Depp impegnato spesso in fughe roccambolesche.
Stavolta Jack Sparrow viene coinvolto nella ricerca della Fonte della Giovinezza.
In questo capitolo non ci sono più Will ed Elizabeth (ovvero Orlando Bloom e Keira Knightley) che vengono rimpiazzati da Angelica (interpretata da Penelope Cruz).
Inoltre come degno avversario di Jack troviamo Barbanera (Ian McShane) oltre al “solito” Barbossa. L’aggiunta più importante e significativa del film sono le sirene, splendide, affascinanti e spietate; in particolare Serena (quella catturata, la bella franco-spagnola Àstrid Bergès-Frisbey di cui sentiremo parlare ancora) a cui si deve la parte romantica con il “missionario” Phillip (Sam Claflin).
La scena con le sirene è tra le più belle del film; il 3d invece non aggiunge molto se non in un paio di situazioni (spada e serpente). Stupisce che alla regia, in sostituzione di Gore Verbinski impegnato in altri set, ci sia Rob Marshall noto finora soprattutto x film musicali (Chicago, The nine). Comparsata di Keith Richards nei panni del padre di Jack Sparrow.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext