1982

Pink Floyd The Wall

/ 19828.2153 voti
Pink Floyd The Wall
Pink Floyd The Wall

Ripercorrendo brano per brano l'album 'The Wall', inciso dai Pink Floyd nel 1979, e coadiuvato dalle splendide animazioni del disegnatore britannico Gerald Scarfe, il regista Alan Parker ci racconta gli episodi salienti della vita di Pink, rockstar dal passato drammatico e dal presente tormentato, in bilico sull'orlo della follia.
laschizzacervelli ha scritto questa trama


Produzione: Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Musica, Musical

12 Settembre 2014 in Pink Floyd The Wall

Rock star orfano di padre e con madre invadente non supera il complesso di Edipo e sviluppa problemi con la sua donna (che lo rende – giustamente – cornuto quando lui le preferisce un televisore), avviando una spirale autodistruttiva che culmina nella sua trasformazione in leader fascista. Immagini dalla simbologia molto facile (gli studenti che marciano verso il tritacarne), misoginia imperversante, sgradevolezze a man bassa – il più delle volte assai gratuite. Si salva in parte solo il raduno neonazista, piuttosto impressionante. Morale: mai rovinare delle bellissime canzoni rendendole troppo esplicite con il vostro immaginario banale.

Leggi tutto

:) / 9 Agosto 2013 in Pink Floyd The Wall

Perfetto!
Eccezionale!
Sono molto vicino a chiunque non lo abbia visto…
Importante: il volume deve, e mi ripeto, DEVE essere sufficientemente alto!!!
GRANDI!!!
Ad maiora!

The wall. / 6 Gennaio 2013 in Pink Floyd The Wall

The Wall.
The Wall è un film del 1982 basato sull’omonimo album dei Pink Floyd. Prende spunto dalla morte del padre di George Roger Waters, bassista della band britannica. Il protagonista è Pink è un rocker in crisi. Egli, rinchiuso in una stanza di un albergo, rivive la sua vita attraverso un lungo flashback.
Il padre morto in guerra, l’educazione di una madre protettiva prima e di una scuola-lager poi.
Nel corso del tempo il giovane Pink non ha fatto altro che erigersi un muro, che invece di proteggerlo lo isolava, alienandosi dal mondo.
Internato in se stesso, è praticamente lungo la via della pazzia e trovandolo in uno stato poco umano, i suoi manager lo riportano alla “normalità” drogandolo.
Pink subirà una trasformazione diventando una specie di Hitler anglofono. Ma non è finita o meglio, non ancora..

Leggi tutto

23 Luglio 2012 in Pink Floyd The Wall

sarà che amo i pink floyd ma questo film è un capolavoro assoluto, mai visto niente del genere, un viaggio all’interno della pazzia che lascerà il segno su chiunque avrà la fortuna di poterlo vedere

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.