Recensione su Piccoli brividi 2 - I fantasmi di Halloween

/ 20184.613 voti

Brividi pochini, e con questo caldo servivano / 28 Giugno 2019 in Piccoli brividi 2 - I fantasmi di Halloween

Seguito del film del 2015, stavolta ancora più legato al mondo adolescenziale e con Jack Black che fa solo una comparsata nella parte finale nel solito ruolo di R. L. Stine.
Sarah (Madison Iseman) deve scrivere una tesina ma è bloccata; inoltre la madre la incarica di fare da babysitter al fratello Sonny e al suo amico Sam. Questi due giovani mentre svuotano una casa (è il loro progetto nel tempo libero per guadagnare qualche soldo) trovano un vecchio libro; aprendolo libereranno il pupazzo da ventriloquo Slappy. Inizialmente sembra amichevole ma le cose cambieranno in fretta.
Film discreto, più scialbo e adolescenziale rispetto al primo capitolo; alcune creature fantastiche (come gli orsetti gommosi), e qualche caduta in basso, avrei fatto a meno della solita comicità un po’ sguaiata di Ken Jeong (“Una notte da leoni”).
Riprendo il giudizio dato sul primo film: “carino e simpatico per una serata leggera; rivolto più a un pubblico adolescenziale o almeno fan della serie di libri che apprezzerà maggiormente il film”. Stavolta anche leggermente meno carino e simpatico ma comunque sufficiente. Slappy risulta abbastanza inquietante, anche se ricorda altri pupazzi malvagi dei film horror; c’è anche una piccola citazione di It, con Stine che rivendica il fatto di averci pensato per primo (si vede solo un palloncino).
Cast poco conosciuto (a parte Jack Black ovviamente); Madison Iseman si era già vista in Jumanji-Benvenuti nella giungla.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext