Piano 17

6.819 voti
Piano 17

Un criminale mette una bomba in un palazzo per distruggere dei documenti. Le cose si complicano quando rimane bloccato in un ascensore dell'edificio insieme a due giovani che lì lavorano.
mat91 ha scritto questa trama

Titolo Originale: Piano 17
Attori principali: Giampaolo MorelliGiampaolo MorelliElisabetta RocchettiElisabetta RocchettiGiuseppe SoleriGiuseppe SoleriEnrico SilvestrinEnrico SilvestrinAntonino IuorioAntonino IuorioGuglielmo Favilla, Alex Lucchesi, Valerio Mastandrea, Massimo Ghini, Enzo G. Castellari, Alessandro Borgese, Marco Manetti, Antonio Manetti, Mostra tutti

Regia: Antonio ManettiAntonio ManettiMarco ManettiMarco Manetti
Produzione: Italia
Genere: Drammatico, Poliziesco
Durata: 105 minuti

Dove vedere in streaming Piano 17

Happy ending disastroso! / 5 Marzo 2013 in Piano 17

Piano 17, avevo tante aspettative da questa opera low budget dei Manetti Bros, aspettative che prima dell’osceno e imbarazzante finale sembravano essere esaudite. Il film potrebbe anche passare per un buon esempio di un recuperato cinema di genere nostrano, un discreto thriller d’azione, ma come già detto poc’ anzi, il finale è a dir poco distruttivo. Quel “vissero tutti felici e contenti” accompagnato dalle note della fastidiosissima voce di Max Pezzali urterebbero anche il compianto Ed Wood. Purtroppo non si è avuta la lucidità di chiudere un discreto film come avrebbe meritato, un finale che lascia basiti, increduli ed anche un bel pò infastiditi da cotanta pacchianaggine…

Leggi tutto

Super Manetti Bros / 7 Gennaio 2013 in Piano 17

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Ve la ricordate “La grande Onda”, canzone del “Piotta” ? Bhè sicuramente si, il fatto è che vi siete scordati chi ha girato la videoclip, fatto da Dio, una sorta di poliziesco anni 70 catapultato nel 2000.
Erano i Manetti Bros.
Ora direte: “E sti cazzi, ncei metti ?”. Bhè ci starebbe tutto, il fatto è che i Manetti bros. hanno diretto una serie di pellicole non troppo celebri, una di questè è Piano 17. Pur essendo semi-sconosciuto ai più, è un film valevole, un buon thriller girato interamente nella Capitale con protagonisti i membri della Batteria dei fratelli Mancini (in questo caso per batteria si intende un gruppo di individui dediti al crimine). La caratteristica del fil, tranquillissimo, leggero ma con ottimi colpi di scena è di essere una buona crime story che ruota attorno a rapine, crimini e sparatorie.. Ma non solo poiché a questa si legano lutti, vicende ironiche e un compito piuttosto arduo ovvero quello di portare una bomba al 17° piano di un palazzo. Lo dovrà fare Marco, l’incarico verrà momentaneamente sospeso per il fatto che si ritroverà bloccato in ascensore con due impiegati.

Ve l’ho detto che mentre si ritrova in ascensore, la bomba è già bella che attivata da un pezzo?
DonMax

Leggi tutto

21 Febbraio 2012 in Piano 17

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Rivolto soprattutto alle fan di Giampaolo Morelli, ma a tutte le buongustaie, nonchè agli appassionati di thriller/noir in salsa italiana.
Ho guardato Piano 17 un pò per la presenza del caro Giampaolo ma soprattutto per la presenza quasi integrale del cast della prima serie di Coliandro (Morelli, Giuseppe Soleri, Enrico Silvestrin, nonchè la regia dei Manetti Bros).
Il film è in effetti molto coliandresco, musiche molto simili (azzeccatissime!), ritmo veloce, suspance, personaggi che sembrano usciti da un fumetto. Il fatto è che qui Morelli-Coliandro è il cattivo (un pò buono , dai) e Silvestrin-Trombetti è il cattivissimo stronzissimo.
La trama è agile agile: un gruppo di delinquenti ha fatto una rapina e, ricattati (ma non vi dico da chi!), devono mettere una bomba al 17esimo piano di un palazzo per far sparire certi documenti compromettenti. Il piano appare perfetto: Morelli si travestirà da uomo delle pulizie, salirà in ascensore con la bomba nascosta nel carrello, posizionerà la bomba e avrà tutto il tempo di andarsene, visto che la bomba ha 1 ora e mezzo di tempo prima di esplodere.
Il primo imprevisto è Soleri, che fa il personaggio un pò tonto, alla Gargiulo, che però tira fuori le palle al momento giusto.
Insomma, il caro Soleri prende l’ascensore perchè si è dimenticato di recapitare un plico nell’ufficio del direttore, da cui spera di essere notato lavorando sodo e diligentemente, per ottenere una promozione. E casualmente va al piano 17. Dopo poco entra in ascensore anche Viola, la segretaria di cui Soleri è innamorato ma lei se la fa con il pezzo grosso e a Soleri manco lo vede, of course.
I tre restano bloccati in ascensore, mentre il timer della bomba continua a scorrere. Morelli chiede aiuto ai suoi ma il cattivissimissimo Silvestrin ignora la sua richiesta, facendogli credere invece che sta tentando di aiutarlo. Dopo, tutto si trasforma in una lotta contro il tempo e contro il cattivo, con tanto di finale a sorpresa (che però si svela pian piano) e redensione del non-proprio-cattivo Morelli.
Il film praticamente si svolge in tempo reale, lo scorrere del timer corrisponde quasi allo scorrere dei minuti del film. Si conoscono i personaggi grazie a numerosi flashback (e flashback dentro al flashback, però non si trova difficoltà a seguirli) che ripercorrono le loro storie.

Se vi piace il genere è sicuramente un film da vedere.
Io, ve lo dico, farò passare un bel pò di tempo prima prendere un ascensore.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.