Recensione su Le avventure di Peter Pan

/ 19537.6562 voti

7 Febbraio 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Londra, inzio ‘900. I tre fratellini Darling Wendy, Gianni e Michele amano tantissimo ascoltare e rivivere giocando le avventure del loro eroe preferito Peter Pan, il bambino che vola e non vuole crescere. Ma papà Agenore è inflessibile: è ora che Wendy diventi grande e lasci perdere queste cose!Così una sera Peter, che è tornato aprendere la sua ombra rubatagli dal cane Nana, viene scoperto dai bambini e quando questi gli danno la ferale notizia, lui ha un’idea: li portrà con sé sulla sua isola, dove Wendy farà da mamma ai bimbi Sperduti ( i suoi seguaci) e così non cresceranno mai!
Inzia così una fantastica avventura che comprende anche la gelosa fatina Trilly, la squaw Giglio Tigrato e soprattutto il temibile Capitan Uncino, accerrimo nemico di Peter…

Tratto dai due famosi romanzi di James Matthew Barrie PETER PAN NEI GIARDINI DI KENSINGTON e PETER PAN E WENDY, riuniti in un’unica opera, la versione Disney della celebre favola del bambino che non voleva crescere è probabilmente, come già accaduta per altre fiabe, la più famosa e quella che più è entrata nell’immaginario della gente, soprattutto per la caratterizzazione del personaggio di Peter, che qui perde le sue sembianze originali di bambino fantastico per diventare una specie di folletto sbarazzino( in realtà Walt Disney per questo si ispirò al Peter Pan di un film del 1924 ).
E’ una fiaba gradevole e divertente, da cui è stato rimosso il senso di malinconia che pervade l’opera originale, soprattutto nel finale, e che punta invece sul senso del fantastico, della magia e della spensieratezza, anche nei momenti più concitati o in qualche modo “drammatici” ( come quando Capitan Uncino rapisce Wendy e i bambini).I personaggi sono molto ben caratterizzati, e devo dire che il Capitan Uncino Disney è uno dei cattivi migliori che abbia mai visto. Cattivo e divertente insieme!
Più o meno tutti i personaggi sono indimenticabili: la dolce ma assennata Wendy, la gelosa Trilly( che di recente è tornata alla ribalta come protagonista di una serie animata tutta sua sul mondo delle fate),il pasticcione Spugna…il tutto condito da bellissime musiche coinvolgenti e talvolta toccanti.
Della sempreverde favola sono state realizzate molte versioni:le più famose sono quella già citata del 1924 e quella del 2003 di P.J hogan.Ricordiamo inoltre la serie animata del 1990 e il seguito della pellicola Disney del 2002, intitolato PETER PAN 2- RITORNO ALL’ISOLA CHE NON C’E’, che prende spunto dal finale della vera storia narrando la storia di Jane, la figlia di Wendy.Inoltre c’è HOOK- CAPITAN UNCINO, uno strampalato film di Steven Spielberg del 1991 con Dustin Hoffman nei panni di Uncino, Robin Williams in quelli di Peter e Julia Roberts in quelli di Campanellino.
Infine nel film NEVERLAND, UN SOGNO PER LA VITA ( 2004) di Marc Foster viene narrato( ispirandosi alla realtà ma con molte licenze)come lo scrittore James Matthew Barrie trasse ispirazione per la sua opera più famosa.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext