Recensione su Per qualche dollaro in più

/ 19658.3334 voti

Leone, conferma e miglioria / 9 Novembre 2013 in Per qualche dollaro in più

Ad un anno dal successo di Per Un Pugno Di Dollari, Sergio Leone riporta sul grande schermo le gesta dell’Uomo Senza Nome (come viene chiamato il personaggio interpretato da Clint Easwood).
Ed è un ritorno più che mai gradito. A mio parere, la pellicola riesce a mantenere lo stile personale e caratteristico del precedente film della trilogia del Dollaro ma riuscendo nella difficile impresa di migliorarsi ulteriormente sotto numerosi aspetti: ad esempio, se in Per Un Pugno Di Dollari la colonna sonora di Morricone è eccelsa, qui è semplicemente divina. Non sono un esperto di musica, ma credo che sia impossibile rimanere indifferente di fronte a delle composizioni così solenni e allo stesso tempo cariche di una tensione che diventa quasi palpabile, veramente da pelle d’oca.
Ottima anche l’interpretazione del cast. Ho apprezzato moltissimo il terzetto principale, molto curato, caratterizzato e ricco di carisma. Il che ha sicuramente contribuito a consolidare una sceneggiatura già di per sé molto convincente. Per non parlare poi della regia di Leone, notevole nel primo film della trilogia e allo stesso livello in questo secondo capitolo.
Consigliatissimo, anche se magari non si è amanti del genere western. Perché questa pellicola è una grande perla cinematografica. E’ un film del 1965 giocato abilmente sulla tensione, sull’atmosfera e sulla bravura degli attori, senza un utilizzo malsano di effetti speciali o artifici simili. I film dei nostri giorni dovrebbero prendere esempio da opere come questa.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext