Parigi a piedi nudi

/ 20176.65 voti
Parigi a piedi nudi

Fiona si reca per la prima volta a Parigi per assistere l'anziana zia Martha. Per lei, inizia una vera e propria avventura che coinvolge anche Dom, un senzatetto incapace di esprimere le proprie emozioni.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Paris pieds nus
Attori principali: Fiona GordonDominique AbelEmmanuelle RivaPierre RichardEmmy Boissard PaumelleCéline Laurentie, Charlotte Dubery, David Palatino, Frédéric Meert, Guillaume Delvingt, Philippe Martz, Olivier Parenty, Fabrice Milich, Jean Loison, Annabelle Cocollos, Bruno Romy, Mika Romy Cocollos, Ivan Le Goff, Jessica Hinds, Isabelle De Hertogh, Dominique Pozzetto, Michel Vivier, Alice Véret, Balla Gagny Diop, Brigitte Lucas, Grégory Legeai, Salifou Bangoura, Sarah Bensoussan, Françoise Lauwerie, Roberta Casa Nova, Dominique Prie, Marc Le Gall, Valérie Thoumire, Niryis Pouscoulous
Regia: Fiona GordonDominique Abel
Sceneggiatura/Autore: Dominique Abel, Fiona Gordon
Produzione: Francia, Belgio
Genere: Commedia
Durata: 83 minuti

Una commedia divertente e delicata / 19 Luglio 2018 in Parigi a piedi nudi

Parigi a piedi nudi è una commedia divertente e delicata che, usando i codici del cinema comico e slapstick, non solo fa sorridere a millemila denti, ma affronta anche temi complessi come la solitudine e il peso (sociale) della vecchiaia.

Nel film, compare Emmanuelle Riva (di fatto, il lavoro di Fiona Gordon e Dominique Abel è, in ordine di distribuzione, il penultimo film dell’attrice francese, scomparsa nel 2017): il suo è un ruolo frizzante e malinconico che incarna bene lo spirito del lungometraggio, colorato ma attraversato da una punta di malinconia.

Come dimostrano anche nei precedenti film (corti e lungometraggi), Abel & Gordon hanno a loro disposizione poche risorse economiche, ma hanno ottime idee e grandi mezzi comici, in primis i loro corpi. Con il suo volto, la sua conformazione fisica e i suoi movimenti (la corsa!), lei, in particolare, mi ricorda tanto i personaggi degli Aardman Studios: il suo corpo è lo strumento perfetto per incarnare personaggi un po’ stralunati ma gentili e determinati.
Perfino i piedi di A&G sono estremamente espressivi! Non a caso, alle loro estremità vengono riservate scene di rilievo, nell’ambito del film.

In un caldo pomeriggio di luglio, ho avuto la fortuna di incontrarli personalmente e di chiacchierare un po’ con loro. Ecco che cosa mi hanno raccontato: https://www.nientepopcorn.it/notizie/interviste/abel-gordon-parigi-a-piedi-nudi-intervista-63486/

Leggi tutto

Minimal / 28 Maggio 2018 in Parigi a piedi nudi

una goffa bibliotecaria canadese parte per Parigi ma perde tutto, compresa la zia, e l’unico aiuto arriva da un clochard piuttosto ostinato ma benevolo.
Leggerezza, ironia, situazioni assurde ma divertenti, pochi dialoghi e un pizzico di musical, una fusione tra il cinema “quebecois” e quello di Jacques Tati. Con tanto poco un risultato ottimo.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.