Recensione su Paperman

/ 20128.1426 voti

Comunque una storia d’amore migliore di Twilight. / 19 Aprile 2013 in Paperman

Cortometraggio del 2012 prodotto dalla Walt Disney e abbinato al film Ralph Spaccatutto. In 7 minuti Paperman riesce a creare una poesia e un romanticismo incredibili, considerando sia la brevissima durata sia l’uso dell’animazione, che d’istinto potrebbe diminuire questi aspetti vista l’assenza di personaggi di carne in cui ci si può identificare. Il risultato però è esattamente l’opposto, mostrando un ragazzo e una ragazza semplici e molto diretti verso lo spettatore, che involontariamente si ritrova, indipendentemente dal sesso di appartenenza, a fare il tifo per il povero Cristo che fabbrica aerei di carta a go-go o a sperare che la ragazza lo noti e si ricongiunga a lui. Gli aeroplanini sono un interessante metafora della fragilità dei sogni e dei nostri desideri, che possono svanire e spezzarsi in un attimo ma allo stesso tempo volare delicati verso nuovi orizzonti; abbinare questo espediente alla volontà di riunirsi, non perché in preda ad un sentimento amoroso irrefrenabile ma perché si vuole ritrovare qualcuno verso cui è scattata una scintilla, è davvero un’ottima idea. Molto buono anche il design stesso dell’animazione, con i due personaggi stilizzati e senza fronzoli dal punto di vista grafico ma con caratteristiche ben individuabili (gli occhi grandi e dolci di lei, i capelli scompigliati e la camicia di lui) e azzeccatissima la scelta del bianco e nero con l’unico dettaglio del rosso lasciato dalle labbra della ragazza sul foglio. Veramente un ottimo cortometraggio, vincitore del relativo Oscar nell’edizione del 2013.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext