5 Recensioni su

Panic Room

/ 20026.3344 voti

Quando Fincher osa poco / 28 Agosto 2020 in Panic Room

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Buona tensione, ma, stavolta, mi pare a che, al netto di molti virtuosismi tecnici (vedi, i lunghi piani sequenza in computer graphic), dal punto di vista del racconto Fincher abbia osato poco e non mi ha convinto molto nella definizione dei dettagli.
Per esempio, perché accennare a una possibile claustrofobia del personaggio della Foster e, poi, non sfruttarlo? Analogamente, perché parlare della “paura del buio” del personaggio della Stewart, se, poi, ai fini narrativi non serve a niente?
Anche l’eccessiva linearità della trama e la prevedibilità dell’esito, pur “gradevole”, è un punto leggermente a sfavore del film, per quel che mi riguarda.
Però, mi è piaciuta una cosa: l’avidità (e la stupidità) del personaggio di Jared Leto. Pur potendo contare su un’eredità certa e comunque ben pasciuta, infatti, brama il bottino completo, perdendosi e condannandosi completamente.

Leggi tutto

Grande Fincher / 6 Dicembre 2016 in Panic Room

Manhattan. Una donna (Jodie Foster) da poco divorziata si trasferisce con la figlia (una giovanissima Kristen Stewart) in una bellissima casa caratterizzata, tra l’altro, dalla presenza di una invalicabile stanza anti panico, per evitare qualsiasi problema in caso di effrazione. Proprio quella notte, tre ladri si introducono nell’appartamento. La cosa non è casuale, il piano era studiato già da tempo ma non sapevano della presenza dei nuovi inquilini. I tre ladri sono molto diversi tra loro e guidati da motivazioni diverse: c’è Jared Leto, spregiudicato, nipote del magnate che ha lasciato una fortuna guarda caso proprio nella “panic room”, Forest Whitaker, che non ha la minima intenzione di far del male a nessuno e sembra intenzionato a fare il colpo solo per motivi strettamente necessari relativi alla sua famiglia, e l’enigmatico “Raoul” (Dwigh Yoakam)…Le donne, appena visti i ladri, riescono a nascondersi nella stanza, dove possono oltretutto sorvegliare l’intera casa tramite dei monitor. Ma il telefono interno è stato disattivo e non possono avvertire la polizia. Inizia così una tesissima battaglia tra le donne ed i ladri che metterà a dura prova entrambi: se da un lato infatti le due sono spaventate, non sono certo intenzionate a cedere, mentre tra i ladri serpeggia il nervosismo e la tensione è alle stelle. In conclusione, un ottimo thriller da parte del bravissimo Fincher, certo, non è un capolavoro alla Seven o alla Fight Club, ma a è piaciuto veramente tanto e ne consiglio la visione a tutti.

Leggi tutto

Altallenante… / 19 Marzo 2013 in Panic Room

Thriller claustrifibico.
L’eroina Jodie Foster questa volta risulta essere migliore rispetto ad altre sue uscite.
Ma comunque questo film parte molto noioso e forse un po lento per poi invece prendere quota e non nego che risulta avvincente anche se ovvio e scontato.
Ma è il finale che speravo in un colpo di testa e quindi fuori dai soliti schemi e invece delusione tutto come previsto…
Peccato perché una fine diversa avrebbe sicuramente accattivato di più rispetto il solito banale finale scontato…
Ad maiora!

Leggi tutto

13 Gennaio 2013 in Panic Room

Intenso thriller psicologico, forte di ottima sceneggiatura e regia e belle interpretazioni del cast. Strepitosa la Foster e la giovanissima Kristen Stewart.

3 Febbraio 2012 in Panic Room

Il film mi è piaciuto molto.
David Fincher (“Alien 3”, “Seven”, “The game”, “Fight club”), regista che apprezzo moltissimo, disegna ancora una volta un thriller cupo e claustrofobico. Atmosfere sembre buie e opprimenti, stavolta due donne illuminano la scena.
Bravissima la Foster che sembrava essersi un pò persa negli ultimi film (“Contact” un pò deludente dopo gli oscar x “Il silenzio degli innocenti” e “Sotto accusa”), sorprendente (in bene) la giovane Kristen Stewart (già vista in “La sicurezza degli oggetti” e nel prossimo “Cold creek manor”; prima della saga di Twilight).
Bravi anche i rapinatori: il buono Forest Whitaker (“Ghost dog”), il “bello” Jared Leto (fidanzato, non so se ex, di Cameron Diaz visto in “Urban legend”) e il cattivo Dwight Yoakam.
Regia intrigante con alcune inquadrature da applausi.
Interessanti i titoli di testa con i nomi degli attori che si fondono con i palazzi.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.