Orlando

/ 19927.370 voti
Orlando

Dal romanzo di Virginia Woolf. Il nobile Orlando, soldato di Elisabetta I, ha il dono dell'immortalità. Col trascorrere dei secoli, il suo corpo muta, cambiando genere sessuale.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Orlando
Attori principali: Tilda SwintonBilly ZaneLothaire BluteauJohn WoodCharlotte ValandreyQuentin Crisp, Heathcote Williams, Dudley Sutton, Peter Eyre, Kathryn Hunter, Ned Sherrin, Jimmy Somerville, Roger Hammond, Simon Russell Beale, Toby Stephens, John Bott, Elaine Banham, Anna Farnworth, Sara Mair-Thomas, Jerome Willis, Anna Healy, Viktor Stepanov, Mary MacLeod, Barbara Hicks, Toby Jones, Alexander Medvedev, Sarah Crowden, Oleg Pogodin, Thom Hoffman, Matthew Sim, George Antoni, Robert Demeger, Giles Taylor, Lol Coxhill, Thom Osborn, John Grillo, Martin Wimbush, Jessica Swinton
Regia: Sally Potter
Sceneggiatura/Autore: Sally Potter
Colonna sonora: Sally Potter, David Motion
Fotografia: Alexey Rodionov
Costumi: Sandy Powell
Produttore: Christopher Sheppard
Produzione: Francia, Italia, Olanda, Russia, Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Storia, Romantico
Durata: 94 minuti

26 Aprile 2013 in Orlando

Come secondo film del seminario “Prospettiva Queer”, dal romanzo di Virginia Woolf. un racconto lungo 4 secoli, che mette insieme tematiche di genere, amore, lirica e realizzazione personale. Una meravigliosa Tilda Swinton è Orlando, uomo alla corte seicentesca della regina Elisabetta e poi donna, amante, madre e poetessa. La regista Sally Potter, con dei tocchi leggeri e aggraziati ( che mi hanno ricordato un po’ lo stile di Sofia Coppola) da vita ad una trasposizione cinematografica che ha dalla sua una struttura temporale a salti, attraversata da una vena magica mai fasulla e accompagnata da musiche sinceramente evocative e commoventi, una vera gioia per le orecchie per quel che mi riguarda. A tutto ciò vanno aggiunti i costumi opulenti e bellissimi e la prova recitativa perfetta della Swinton, forse l’unica attrice possibile per un ruolo del genere, che con uno sguardo verde e penetrante e una fisicità longilinea e androgina riempe lo schermo e dispensa battute sagaci, ironiche e poetiche.
Bellissimo.

Leggi tutto

Senza senso / 4 Aprile 2013 in Orlando

un’ora e mezza di spazzatura.
E non voglio sprecare altro tempo e altre parole per una cosa del genere che non merita recensioni.

Sospensione estetica / 15 Ottobre 2012 in Orlando

premetto che il libro della Woolf da cui è tratto il film non l’ho letto tutto e quindi non azzardo parallelismi.
Questo film è un piccolo gioiello, in cui dialoghi, atmosfere, colori e costumi giocano assieme per trascinare lo spettatore in un’atmosfera sospesa, sognante, ma, al contempo cristallina.
I cameo musicali di Jimmy Sommerville sono un bijou!