Recensione su Orizzonti di gloria

/ 19578.2223 voti

Sotto il fuoco amico / 19 Ottobre 2012 in Orizzonti di gloria

Film incredibilmente breve, mi aspettavo un macigno storico e invece fila via in un lampo. Parte come un gagliardissimo war movie, i fischi di mortaio sopra le trincee, l’incedere della fanteria francese tra croci appuntite e filo spinato, poi tutto ristagna in un “legal” da corte marziale. Ed è a questo punto che Kubrick si eleva da una regia impeccabile e scolastica; coglie l’aspetto più intimo e doloroso dei tre prigionieri in attesa di ingiusta esecuzione (tre meravigliosi “gregari” di Hollywood; Ralph Meeker, Timothy Carey e Joe Turkel), insieme al motto di ribellione del quadratissimo colonnello Dax (il granitico Kirk Douglas), e propone un finale di magistrale e commovente bellezza, dove la bolgia dei fanti francesi placa i suoi bollenti spiriti d’osteria davanti al tremulo canto di una giovane ‘nemica’ tedesca.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext