Diario di uno scandalo

/ 20066.8150 voti
Diario di uno scandalo

Barbara Covett, l'anziana e scostante insegnante di storia di una scuola pubblica londinese, stringe amicizia con Sheba, giovane ed estroversa collega arrivata da poco. Data l'indole solitaria e particolarmente selettiva della donna, ella ha preso l'abitudine di esternare le proprie considerazioni circa quanto le accade intorno annotandole su un diario. Anche la relazione clandestina che la sua nuova amica intrattiene con uno studente minorenne trova spazio nel diario. Barbara, pur avendo promesso di mantenere il morboso segreto, spinta da crescente possessività nei confronti di Sheba trova il modo di far trapelare la notizia generando uno scandalo di travolgenti proporzioni.
icarus ha scritto questa trama

Titolo Originale: Notes on a Scandal
Attori principali: Judi DenchJudi DenchCate BlanchettCate BlanchettMichael MaloneyMichael MaloneyJoanna ScanlanJoanna ScanlanBill NighyBill NighyJuno Temple, Max Lewis, Andrew Simpson, Shaun Parkes, Emma Kennedy, Phil Davis, Syreeta Kumar, Wendy Nottingham, Jill Baker, Alice Bird, Benedict Taylor, Stephen Kennedy, Derbhle Crotty, Anne-Marie Duff, Julia McKenzie, Adrian Scarborough, Jill Baker, Miranda Pleasence, Tom Georgeson, Mostra tutti
Regia: Richard EyreRichard Eyre
Sceneggiatura/Autore: Patrick Marber
Colonna sonora: Philip Glass
Fotografia: Chris Menges
Costumi: Tim Hatley
Produttore: Scott Rudin, Robert Fox, Redmond Morris
Produzione: Gran Bretagna
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 92 minuti

Dove vedere in streaming Diario di uno scandalo

Imperdibile! / 10 Gennaio 2016 in Diario di uno scandalo

Gran bel film!!! Due protagoniste eccezionali e carismatiche! Non per niente entrambe nominate agli oscar del 2007 sia per il ruolo da protagonista (Judy Dench) che non protagonista (Cate Blanchett). Musiche sontuose scandiscono il dramma che si va via via profilando per la povera Sheba, nuova giovane insegnante appena arrivata, che confonde l’amicizia di Barbara, vecchia insegnante prossima alla pensione, con un sentimento reale e sincero. Purtroppo per lei, la gelosia e l’invidia dell’anziana donna la farà pentire di aver rivelato un segreto impronunciabile…. l’attrazione ed il successivo adulterio con un ragazzo della scuola. La paura di perdere il posto, renderà Sheba libera come un insetto in una ragnatela…
Visione consigliatissima

Leggi tutto

16 Febbraio 2014 in Diario di uno scandalo

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Complessivamente è stato un film molto inquietante, reso tale dai testi, dalla musica, dall’interpretazione degli attori.
Bravissima in particolare la Dench, ha saputo interpretare il ruolo trasmettendo allo spettatore un sentimento di quasi ribrezzo nei suoi confronti.
Il film si è guastato secondo me quando è stata scoperta la relazione tra Sheba (Cate Blanchett) e il suo studente quindicenne. Mancano le prove per “condannarla”, eppure viene portata via e circondata per un mese da decine e decine di giornalisti. Succede tutto troppo velocemente e non si ha il tempo di capire come sia successo. Mi sembra inverosimile, poi magari è una mia impressione.

Leggi tutto

in mancanza di mezzi punti, 6,5 / 14 Novembre 2012 in Diario di uno scandalo

La Dench è una meraviglia a guardarsi. L’insieme di emozioni contratte o esplose violentemente, gli sguardi taglienti sono un arcobaleno di piccoli espressioni del viso, di piccoli movimenti del corpo. E infine riesce a portare lo spettatore dalla sua parte, anche se il ruolo è cattivo, aspro, urtante. Ma come non parteggiare per l’arida anziana professoressa con un disperato bisogno di valvole di sfogo da una esistenza claustrofobica e annegata in una solitudine totale (la breve scena nella vasca da bagno è terrorizzante)? Come non seguire la sua rete di trappole che organizza attorno alla vita della collega per averne l’esclusiva compagnia, se non con una certa partecipazione? La storia è quasi incredibile per attualità oggi in italia, ma è seguita senza moralismi alcuni, in maniera asciutta e senza pruderie. Uno dei momenti più belli è l’arrivo della nuova insegnante e lo scombussolamento che nell’universo statico e chiuso della scuola provoca, una corsa a cannibalizzarla che lei non riesce a sopportare perchè già mortificata da un privato che non la realizza e che inconsciamente rifiuta. Ognuno ha le sue giustificazioni per i comportamenti intrapresi: sconfitte personali, rapporti con figure paterne ingombranti, sensi di colpa generici, tempeste ormanali, presunzione adolescenziale……
Un incontro di solitudini, una fame di persone, di accadimenti che ti possano strappare da un quotidiano livido e grigio, il cui collante è il perbenismo e la piccola delazione, che è normale e mai per un momento eccezionale.
Ottima la tensione erotica evocata, tutta giocata sul corpo della Blanchett

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.