Recensione su Non è un paese per vecchi

/ 20077.6709 voti

Capolavoro / 1 Settembre 2016 in Non è un paese per vecchi

Dopo qualche delusone, i fratelli Coen tornano a dirigere un film praticamente perfetto. Un uomo si trova nel mezzo di una scena surreale: un regolamento di conti tra gang per la droga è finito male e sono tutti morti. L’uomo trova una valigetta contenente una grande quantità di denaro, e se ne appropria. Da lì, prenderà il via un film sempre coinvolgente, teso, cattivo, violento, costruito alla perfezione, con l’uomo costretto a scappare e a difendere in ogni modo possibile ed immaginabile il denaro da chi se ne vuole riappropriare: uno in particolare darà non poco filo da torcere. Sulle loro tracce c’è anche un vecchio sceriffo. E’ riduttivo parlare così di questo film secondo me, va semplicemente visto. Un thriller che però è diverso dal solito, ricco di azione, di tensione, di violenza, come detto diretto dai Coen in stato di grazia e con un cast stellare: Josh Brolin, Javier Bardem, Tommy Lee Jones e Woody Harrelson su tutti. Proprio sul personaggio di Bardem vorrei un attimo soffermarmi: credo infatti che sia uno dei personaggi più sinistri, inquietanti, malvagi e psicopatici mai visti nella storia di Hollywood. Un film fantastico, un must, che ognuno dovrebbe vedere, appassionato o no.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext